rotate-mobile
Attualità

Museo Egizio e Alpitour insieme per un progetto inclusivo: in estate eventi gratuiti per la cittadinanza

Un piano strategico da 800 mila euro

Una liaison che era inevitabile quella tra il Museo Egizio e Alpitour World. Il più grande tour operator italiano ha infatti deciso di investire 800 mila euro per sostenere progetti culturali e di rinnovamento dell'istituzione torinese, il più antico museo al mondo di antichità egizie.

Un piano strategico di quattro anni 

Con un piano strategico di quattro anni, e in vista del bicentenario del Museo nel 2024, parteciperà al piano che ridisegnerà lo spazio di accesso, la Galleria dei Re - per la quale si è al momento "in fase di progetto", come ha sottolineato il direttore Christian Greco -, l'ipogeo e il Tempio di Ellesija, per fare in modo che l'edificio diventi sempre di più un luogo di scambio e condivisione. 

Eventi estivi gratuiti

E grazie al brand Francorosso, marchio di tour operating torinese specializzato sull'Egitto, fra luglio e agosto verrà organizzato un calendario di sette eventi "Speciale estate by Francorosso", insieme al team scientifico del museo, per raccontare le civiltà del passato.

E ci saranno anche degli appuntamenti rivolti ai più piccoli. "Il Museo non è qualcosa di astratto - ha sottolineato Greco - ma fa parte della collettività e l'obiettivo è quello di porre Torino al centro per dare la possibilità a tutti di fruire delle sue bellezze".

Cultura di inclusione 

Sempre secondo un concetto di inclusione, centralità, innovazione e responsabilità. La collaborazione tra Alpitour e il Museo Egizio punta a trasmettere il valore della scoperta, del viaggio - fisico e simbolico - e della cultura. 

"A novembre Alpitour ha lanciato il nuovo logo e cambiato pelle - ha spiegato Pier Ezhaya, direttore generale di Alpitour World e proprio perché i tempi cambiano, ora ci preoccupiamo anche del sociale, dell'ambiente e dell'apertura verso il mondo che ci circonda".

L'Egitto è peraltro la meta più richiesta dai clienti di Alpitour che ogni settimana dall'Italia, ha attivi oltre 40 voli verso le più note mete egiziane : "Faremo così parte di questo progetto con l'Egizio - ha continuato - che culminerà nel 2024 e nel quale l'obiettivo comune è quello di occupare il tempo libero delle persone aiutandole a migliorarsi grazie alla cultura". 

Il Museo Egizio, che ogni anno richiama migliaia di visitatori in tutto il mondo, nel 2022 ha sfiorato quota 900mila ingressi risultando il Museo più visitato della città. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Museo Egizio e Alpitour insieme per un progetto inclusivo: in estate eventi gratuiti per la cittadinanza

TorinoToday è in caricamento