rotate-mobile
Attualità Santena

Il ricordo di Giorgio Tibaldi, il 'gigante buono' di Santena ucciso da un assurdo incidente sul lavoro

Era un professionale tecnico del freddo

Sposato con Alessandra, aveva tre figli maschi, era una persona vivace ed energica e un grande appassionato di balli occitani, che praticava insieme alla consorte. Giorgio Tibaldi, 56enne di Santena, è ricordato da diverse persone in queste ore dopo che martedì 10 agosto 2021 è morto in un incidente sul lavoro ad Asti. Di mestiere faceva il tecnico del freddo, ossia si occupava della manutenzione di frigoriferi per negozi e aziende. Non a caso, a ricordarlo sono tanti suoi clienti, che ne sottolineano la grande professionalità e competenza quando metteva le mani sui loro elettrodomestici risolvendo problemi. "Era un gigante buono - dicono alcuni di essi - e mentre era lavoro non faceva mai mancare una battuta, un sorriso".

Tra i ricordi che abbiamo trovato su Facebook c'è anche quello di un vicino di casa: "Un pianerottolo condiviso per tanti anni, le nostre porte sempre spalancate, i bambini che, ieri come oggi, sono stati accolti come i vostri nella vostra casa, a cui sarà difficile spiegare perché non ci sei più. La tua allegria, simpatia, la tua voglia di vivere, di fare sempre, per tutti. Resterai con tanto affetto e tanto dispiacere, nel cuore di chi ti ha conosciuto. Mi mancherà il tuo 'ciao Martini' dalla finestra. E quel condominio, temo, non sarà più lo stesso, senza di te. Riposa in pace Giorgio, hai subìto una morte assurda, inaccettabile, avevi ancora tanto da fare e da dare".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il ricordo di Giorgio Tibaldi, il 'gigante buono' di Santena ucciso da un assurdo incidente sul lavoro

TorinoToday è in caricamento