Attualità

Morto a 99 anni Domenico Agasso senior, il decano dei vaticanisti

Giornalista e scrittore

Domenico Agasso senior in una delle sue passeggiate per Carmagnola

Il prossimo 13 febbraio 2021 avrebbe compiuto 100 anni. Ma Domenico Agasso (o, come i più lo chiamano, Domenico Agasso senior per distinguerlo dal nipote, attuale vaticanista del quotidiano La Stampa) ha mancato di poco questo traguardo: è morto nel sonno, la notte di venerdì 1 gennaio 2021, all'ospedale Santa Croce di Moncalieri, dove era ricoverato dal 21 dicembre per problemi cardiaci e renali. La sera precedente aveva salutato i suoi familiari che erano andati a fargli visita.

Esclusi i periodi in cui aveva lavorato fuori, Agasso aveva sempre vissuto a Carmagnola, dove un po' tutti lo avevano soprannominato 'Il Maestro'. Giornalista professionista dal 1952 (aveva fatto il praticantato nel quotidiano Il Popolo Nuovo a Torino), nel 1960 era passato al settimanale Epoca, lavorando a Milano, mentre tra il 1968 e il 1971 era stato caporedattore del settimanale Famiglia Cristiana. Divenne poi direttore ancora di Epoca e del settimanale cattolico torinese Il Nostro Tempo. Nella sua carriera aveva seguito papa Paolo VI nei suoi viaggi a Gerusalemme nel 1964 e a Fatima nel 1967.

Autore di numerosi libri a tema cattolico, è conosciuto anche per avere scritto una Storia d'Italia in otto volumi che è stata pubblicata da Mondadori nel 1978. Era padre di Renzo, anche lui giornalista e anche ex vicesindaco di Carmagnola, e nonno appunto di Domenico junior, che ha diffuso la notizia della sua morte ("Stanotte si è addormentato ed è andato a scrivere in cielo").

Era socio del gruppo alpini di Carmagnola, a cui era profondamente legato e che, a sua volta, lo ha ricordato con un post: "Che la terra ti sia lieve, fratello e che il tuo piede posi sicuro sulle vette dei cieli".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morto a 99 anni Domenico Agasso senior, il decano dei vaticanisti

TorinoToday è in caricamento