rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Attualità Nizza Millefonti / Via Spotorno, 29

Addio ad Arturo, il barista del quartiere Nizza Millefonti di Torino. È morto per un malore

Al bancone fino all'ultimo

Fino quasi all'ultimo era stato dietro al bancone del bar che porta il suo nome, in via Spotorno 33/D a Torino, nonostante avesse già compiuto 80 anni. Per qualche giorno i suoi clienti non lo hanno visto, poi hanno dato l'allarme. Arturo Melotto è stato trovato morto in casa, al civico 29 della stessa via, venerdì 5 marzo 2021. Ucciso da un malore. La polizia è intervenuta, contattata dal nipote, e ha trovato il corpo in casa.

I funerali sono stati celebrati nella mattinata di oggi, giovedì 11, nella parrocchia Patrocinio di San Giuseppe in via Biglieri. A piangerlo c'erano tantissimi residenti storici di Nizza Millefonti, tra cui tanti che avevano frequentato, in passato, la scuola Vittorino da Feltre e che passavano da lui a prendere un gelato dopo le lezioni.

Melotto era vedovo. Qualche anno fa aveva perso la moglie Gianna. Il bar, che aveva gestito per oltre 40 anni, era tutta la sua vita. Chi lo ha conosciuto lo ricorda come un personaggio dai modi un po' spicci ma dalla grande bontà. Il quartiere ora ha un punto fermo in meno.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio ad Arturo, il barista del quartiere Nizza Millefonti di Torino. È morto per un malore

TorinoToday è in caricamento