menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
 Fiorenzo Alfieri

Fiorenzo Alfieri

Morto l'ex assessore Fiorenzo Alfieri. Chiara Appendino: “Una vita spesa per la nostra Torino”

Aveva 77 anni. Mercoledì 16 dicembre la camera ardente a Palazzo Civico

“Una vita spesa per la nostra Torino non riassumibile in un tweet – dice Chiara Appendino -: la morte di Fiorenzo Alfieri lascia un grande vuoto a chiunque abbia avuto il piacere di conoscerlo e non solo. A nome mio e della città mando un forte abbraccio ai suoi cari”. Fiorenzo Alfieri è morto a 77 anni all’ospedale Mauriziano dove era ricoverato per covid-19 da due settimane. Non è solo la prima cittadina ad essere travolta da questa notizia, ma lo è tutta la città.

Per la morte del consigliere comunale di Torino per quasi vent'anni e assessore nelle giunte Novelli, Castellani e Chiamparino, è in lutto il mondo politico torinese, ma anche il mondo della cultura e dell’arte. A lui Torino deve Luci d’artista e molto altro, moltissimo.

Lo ricorda così Antonella Parigi, ex assessora alla Cultura e al Turismo della Regione Piemonte: “Torino perde un uomo straordinario, che l’ha resa grande e ammirata e che nei sui diversi ruoli istituzionali ha fatto tanto, tantissimo per una città da cui non è mai stato ringraziato abbastanza. Chi in questa città amava davvero la cultura, chi non era pervaso da una pregiudizio ideologico, vedeva in Fiorenzo un maestro, perché ne conosceva la competenza, l’infinito amore per l’arte, la passione. Tutte le sere era a concerto o a teatro e seguiva tutto, non per presenzialismo, per amore. Dopo mi intratteneva per ore, spiegandomi i passaggi riusciti o le scelte sbagliate, sempre con sagacia e sguardo originale. Fiorenzo amava l’arte, la capiva e ne comprendeva le dinamiche e i meccanismi. Ricordo l’attenzione con cui preparava Luci d’artista, una sua idea, la cura dei singoli dettagli delle opere, la meticolosità nell’organizzazione dell’inaugurazione. Fu il primo a credere in Torino Spiritualità e fu il primo a sostenermi come Assessore alla cultura regionale. Lo chiamavo sempre e gli chiedevo consiglio, lui dolcemente mi spiegava. E io adoravo ascoltarlo. L’ho chiamato finché ha potuto rispondere perché era bello parlare con Fiorenzo. Nei giorni bui di questa città smarrita soffrivamo insieme. Fiorenzo è sempre rimasto ‘maestro’, di lì era partito. Tutta la vita ha insegnato, con quella straordinaria capacità di cogliere il senso profondo e riportarlo con parole chiare agli altri. Fiorenzo è stato padre e maestro di molti. Anche il mio. Io lo ammiravo, anche se ogni tanto lo contestavo. Muore con lui un’idea di città, quella che ci ha reso orgogliosi, quella che ci ha reso un esempio in tutta Italia. Da oggi, con la tua morte, Fiorenzo, amico carissimo, spero che questa città ti porti l’onore e il rispetto che meriti e sappia valorizzare quanto tu ci hai lasciato. Io mi sveglierò ogni mattina, sentendo l’enorme vuoto della tua assenza. Come Maria Teresa, le tue amatissime figlie, i tuoi nipoti e le tue nipoti di cui eri così orgoglioso, piangerò un grande uomo”.

"In questo momento doloroso ci uniamo al cordoglio della famiglia per la scomparsa di Fiorenzo Alfieri, che ha incarnato un’epoca all’interno della storia di Torino. È una perdita per la politica, ma anche per il mondo culturale al quale ha dedicato buona parte della sua vita con impegno e con grandi competenze". Così il presidente della Regione, Alberto Cirio e l’assessore alla Cultura Vittoria Poggio, dopo la scomparsa del professor Fiorenzo Alfieri, per 25 anni assessore del Comune di Torino.

Scomparsa di Fiorenzo Alfieri: la camera ardente a Palazzo Civico

Mercoledì 16 dicembre, dalle 10 alle 20, sarà possibile portare l'ultimo saluto a Fiorenzo Alfieri nella Sala Marmi di Palazzo di Città, dove sarà allestita la camera ardente. Inoltre, per ricordarlo e rendergli omaggio, la sera di mercoledì sarà proiettata sulla facciata della Mole Antonelliana la scritta “Grazie Fiorenzo” e il giorno successivo, giovedì 17 dicembre, le Luci d’Artista resteranno accese per tutta la giornata. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento