rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Attualità Mirafiori Sud / Strada Castello di Mirafiori

L'odissea dei residenti di Mirafiori Sud: per raggiungere gli ospedali devono cambiare 3 bus

Molti residenti sono anziani

Gli abitanti di Mirafiori Sud si sentono tagliati fuori dal resto della città. A pesare sulla loro condizione la decisione della passata amministrazione comunale di Torino di eliminare la linea 18 del trasporto pubblico locale. Così i residenti di strada Castello di Mirafiori e strada delle Cacce sono rimasti praticamente a piedi: per raggiungere le Molinette devono cambiare tre bus. Senza contare i disagi legati alla pandemia.  

La questione questa mattina, mercoledì 26 gennaio, è arrivata fin in Comune a Torino dove le ragioni di una delegazione di residenti sono state ascoltate. I problemi sono sorti nel luglio scorso quando, a fronte di un'analisi del numero dei passeggeri che utilizzavano il servizio, la Giunta comunale decide di tagliare il 18. 

"Quando devo andare al polo degli ospedali mi metto a rischio perché per arrivarci devo prendere tre mezzi", spiega Maria Angeli, residente della zona, "Ci avevano promesso che avrebbero aumentato le corse, ma la promessa non è stata mantenuta". Un impegno disatteso che sommato ai tagli delle linee ha creato una situazione difficile da gestire per i cittadini. 

Cosa chiedono

Meno linee e meno corse vuol dire autobus affollati con il conseguente rischio dovuto al covid e ai borseggi: "La pandemia ha portato molti anziani ad avere una paura tremenda e quindi non si va più in giro", spiega sempre la signora. Per questo i residenti si sono rivolti alla nuova amministrazione. "Noi vorremmo che la linea 34 invece di fermarsi in piazza Bengasi possa continuare nel suo vecchio tragitto su via Ventimiglia fino al blocco degli ospedali, in modo da permetterci di prendere la coincidenza con l'8 che collega con il polo universitario e con il centro tumori del San Giovanni vecchio in via Cavour. In alternativa, l'altra soluzione potrebbe essere il prolungamento dell'8 fino alla stazione del Lingotto o in piazza Caio Mario", hanno spiegato Maria Angeli e Luca Galeasso, residenti di Mirafiori.

Ad ascoltare le ragioni dei residenti questa mattina in Comune c'erano anche il presidente della Circoscrizione 2, Luca Rolandi, e il presidente della Circoscrizione 8, Massimiliano Miano. Il prossimo 17 febbraio la questione verrà discussa dalla seconda commissione del consiglio comunale. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'odissea dei residenti di Mirafiori Sud: per raggiungere gli ospedali devono cambiare 3 bus

TorinoToday è in caricamento