Coronavirus, vendita di generi alimentari: mercati operativi con la garanzia della sicurezza

Il mercato di Porta Palazzo di ieri mattina

Sabato 14 marzo è ripartita anche l’attività del mercato di Porta Palazzo dopo la chiusura al pubblico di venerdì 13 marzo 2020, necessaria per regolamentare gli accessi alla piazza e trovare una nuova disposizione dei banchi per dare a commercianti e clienti la totale sicurezza. I banchi sono stati distanziati in modo che si possa vendere e acquistare in tranquillità rispettando tutte le regole.

"Qui a Porta Palazzo c'era una situazione complicata dal punto di vista dell'igiene e della sanità. Come in tutti i mercati abbiamo chiesto agli operatori, insieme alla città, di trovare una sistemazione che garantisse la salute dei cittadini e che desse loro la possibilità di vendere", raccontava venerdì l’assessore Alberto Sacco

Con il lavoro dell’assessore Alberto Sacco, della Polizia Municipale, degli uffici di competenza e degli operatori, è stata garantita la piena funzionalità di tutti i mercati della Città, nel rispetto delle nuove norme del Governo per la lotta al Coronavirus.

“Alla fine, ce l'abbiamo fatta” dichiara la sindaca Chiara Appendino. “Banchi distanziati e spazi per favorire un flusso di persone a un metro di distanza l'una dall'altra. Garantire l'operatività dei mercati - pur nel rispetto delle norme - è stata per noi una priorità sin da subito. Sappiamo tutti qual è il valore di questi luoghi per i torinesi”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

È la stessa Sindaca a ricordare, sulla sua pagina facebook, che - in base alle direttive del Governo - nei mercati, sia all’aperto sia coperti, può essere svolta soltanto l’attività di vendita di generi alimentari e deve essere in ogni caso garantita la distanza interpersonale di 1 metro, anche attraverso la modulazione dell’orario di apertura. Resta vietata ogni forma di assembramento.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autoparco comunale, Palazzo Civico vende 127 veicoli mediante asta pubblica: l’elenco 

  • Omicidio-suicidio: uccide la moglie che si stava separando da lui e poi se stesso

  • Apre il nuovo centro commerciale: previsti un centinaio di posti di lavoro

  • Suv impazzito travolge cinque pedoni davanti a un déhors: morta una donna

  • Blocchi auto per 37 comuni dal 1 ottobre 2020: varato il regolamento

  • La porta di casa è bloccata e la proprietaria non può entrare: la polizia trova un uomo che dorme all'interno

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento