Attualità

L'esame di maturità ai tempi del Covid: colloqui per 17.200 torinesi

Tra mascherine, gel igienizzanti e distanze di sicurezza

Quest'anno la prova sarà soltanto orale (immagine di repertorio)

La scuola torna in presenza oggi, mercoledì 17 giugno, per gli esami di maturità. Dopo circa 100 giorni le scuole riaprono i battenti per accogliere i docenti delle 13 mila commissioni dalle 8.30 esamineranno i maturandi. A Torino i candidati sono 17.216, tra licei (8538), istituti tecnici (5331) e professionali (3347).

Anche loro sono chiamati a sostenere un colloquio di un'ora con i professori, una commissione di 6 docenti, tutti interni, che li ha seguiti durante l'anno. Niente tema, niente prove scritte in presenza: il Covid ha voluto una maturità inedita quest'anno e con la protezione della mascherina.

"L’esame di Maturità di quest’anno - ha dichiarato Elena Chiorino, assessore all'Istruzione della Regione Piemonte nel suo messaggio ai maturandi di quest'anno - sarà ancora più particolare e verrà ricordato nei libri di storia. Sarà l’anno della Maturità ai tempi del Covid, quel maledetto virus che vi ha negato la possibilità di poter vivere insieme ai vostri compagni e ai vostri professori gli ultimi mesi del vostro percorso. Anche lo svolgimento dell’esame sarà differente, così come tutto è stato diverso dal 23 febbraio in poi. Voglio pensare che proprio l’emergenza - ha concluso - , la necessità di dover svolgere da casa gli ultimi mesi di insegnamento, il disagio di dover sostenere la prova in questa forma particolare, possano essere elementi in grado di offrirvi, paradossalmente, un valore aggiunto".

L'esame di quest'anno

Il colloquio che ciascun maturando dovrà sostenere sarà di circa 60 minuti, scanditi in 5 fasi: la prima è la presentazione di un elaborato da parte dello studente, consegnato per email entro il 13 giugno e assegnato dai docenti entro il 1 giugno, che riguarda le discipline della seconda prova scritta.

Poi sarà richiesta l'analisi di un testo di letteratura italiana tra quelli studiati nel corso dell'anno in sostituzione della prima prova scritta. A seguire una discussione multidisciplinare sui materiali predisposti dalla commissione e quindi una relazione sulle esperienze vissute dallo studente durante il tirocinio dei Pcto ('Percorsi per Competenze trasversali e l'orientamento' ex alternanza scuola-lavoro).

Infine il candidato dovrà rispondere a una serie di domande su Cittadinanza e Costituzione. Anche i crediti avranno un peso diverso: fino a 60 crediti per il percorso scolastico e fino a 40 per il colloquio orale. Il voto massimo finale resta 100 su 100 e si potrà ottenere la lode.

Le misure di sicurezza

Tutti coloro che entreranno nelle scuole dovranno mostrare un'autodichiarazione che attesti il proprio stato di salute e soprattutto di non avere febbre oltre i 37,5° e di non trovarsi in quarantena.

All'ingresso degli edifici non sarà rilevata la temperatura corporea, nè obbligatorio portare i guanti ma si dovranno usare i gel messi a disposizione. I maturandi non potranno presentarsi prima di 15 minuti dal proprio orale e appena finito dovranno uscire e non creare assembramenti. Per ogni candidato, che durante il colloquio potrà levare la mascherina ma dovrà mantenere i due metri di distanza dai professori, potrà esserci al massimo un accompagnatore.


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'esame di maturità ai tempi del Covid: colloqui per 17.200 torinesi

TorinoToday è in caricamento