menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Politecnico, al via online il nuovo master in Eco-Packaging Design

Al momento gli iscritti sono 15

Partenza online per il nuovo master in Eco Packaging Design - Systemic Innovation Design per il progetto del packaging promosso dal Politecnico di Torino – Dipartimento di Architettura e Design. Nonostante le restrizioni imposte dall'attuale emergenza sanitaria da Coronavirus, il percorso formativo ha potuto regolarmente prendere avvio nella modalità che è al momento diventata la regola per le attività didattiche dell’Ateneo, cioè quella delle lezioni da remoto.

Il corso, che si svolge telematicamente, conta al momento 15 iscritti: ampia la partecipazione femminile (oltre il 90%), a conferma di una sempre maggiore partecipazione delle donne nelle discipline tecnico-creative. 

Un corso unico nel suo genere

Si tratta del primo master, unico nel suo genere, dedicato all’eco packaging design, indagato da un punto di vista sistemico. È un percorso formativo della durata di un anno che affronta in modo interdisciplinare gli aspetti strategici e progettuali del design, della comunicazione e della sostenibilità per il progetto del packaging. Un tema, quello delle confezioni dei beni, complesso e articolato: il packaging è al tempo stesso protezione dell’oggetto, presentazione del prodotto, informazione al consumatore finale. Una componente strategica e fondamentale, sia per chi produce sia per chi acquista.
 
Il mondo del packaging oggi coinvolge tutti i settori, dall’alimentare passando alla cosmesi, per il quale la crescente richiesta di imballaggi innovativi e sostenibili, da parte di consumatori sempre più attenti e di aziende responsabili, sta certamente portando ad un ripensamento generale di contenitori e involucri. Il progetto e la produzione di packaging funzionali, intelligenti e sostenibili diventa questione strategica, in particolare in questo momento storico in cui la protezione della salute delle persone e la sicurezza – per esempio quella alimentare durante una pandemia – sono fondamentali.

La sostenibilità del packaging, oggi, influenza il 43% dei consumatori nella scelta dei prodotti. Ben il 48% dichiara di aver smesso di acquistare beni di consumo che presentavano over-packaging e il 23% di aver aumentato l’acquisto di prodotti sfusi. Tuttavia, il 41% non è disposto a pagare per una confezione a basso impatto ambientale.

Workshop e tirocini in azienda 

Il Master proposto dal Politecnico di Torino, andrà a colmare un percorso formativo ancora tutto da sviluppare in Italia, un mix di teledidattica, successivamente in aula ed esperienze in azienda con workshop e tirocini per formare professionisti indirizzati ai diversi settori del packaging: progettazione, produzione, marketing.

I corsi svilupperanno le competenze tecniche, narrative ed economiche: dalla metodologia per concepire il progetto del packaging come parte di un sistema complesso e sensibile, ad approfondimenti su caratteristiche fisiche, materiche ed ergonomiche; dalla comunicazione ed i suoi linguaggi alla gestione degli impatti ambientali, sociali ed economici dei flussi informativi e materici.

Cuore progettuale e culturale del master saranno poi i design lab: veri e propri laboratori progettuali interdisciplinari immaginati per costruire conoscenza. Il laboratorio abiliterà progettualità definite in collaborazione con enti ed aziende, per consentire agli studenti il confronto con bisogni, limiti o possibilità produttive concrete. Il percorso didattico si conclude infine con il tirocinio: un’occasione di inserimento temporaneo nel mondo aziendale e produttivo, per vivere un’esperienza in un reale contesto lavorativo.

 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento