Venerdì, 14 Maggio 2021
Attualità

Ritorno a scuola, arriva la mascherina trasparente riutilizzabile

L'ha prodotta un'azienda torinese del settore "aerospace"

Il Comitato Tecnico Scientifico dà il via libera alla mascherina trasparente realizzata da LMA.  L'azienda torinese, eccellenza italiana del settore aerospace, ha deciso di scendere in campo per mettere il proprio know-how al servizio del mondo della scuola. Una buona notizia alla vigilia della riapertura, per un ritorno in assoluta sicurezza.

Maggior comunicazione

Il dispositivo in silicone si chiama "Respira" e permette, nell'assoluto rispetto delle direttive del Cts, una miglior visibilità del volto di chi la indossa, la lettura del labiale, garantendo maggior comunicazione tra le persone, nello specifico tra studenti e insegnanti. Proposta con due filtri intercambiabili – chirurgici o Ffp2 – è inoltre lavabile e riutilizzabile.

Mille mascherine al giorno

“ Abbiamo realizzato una mascherina riutilizzabile in silicone trasparente - dichiara il general manager Fulvio Boscolo - che permette di vedere le espressioni del volto degli insegnanti e facilitare la comunicazione, come auspicano le Istituzioni del nostro Paese. La nostra capacità produttiva, circa 1000 mascherine al giorno, è una risposta alle esigenze della comunità per una ripresa dell’anno scolastico in serenità e sicurezza”.

Un'azienda leader

Fondata a Pianezza  nel 1970 da Giuseppe Boscolo e Oriana Fazioni, LMA è leader internazionale nella progettazione, industrializzazione e lavorazione di componenti meccaniche di alta precisione per aeromobili ed elicotteri (civili e militari) e per l'industria aerospaziale. Dal1998 è guidata dalla seconda generazione, i figli Fulvio e Cristina Boscolo, che pilotano l’espansione strutturale dell'azienda puntando su nuovi sistemi  tecnologici, l’ampliamento delle strutture logistiche e l’apertura all’internazionale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ritorno a scuola, arriva la mascherina trasparente riutilizzabile

TorinoToday è in caricamento