rotate-mobile
Giovedì, 26 Maggio 2022

Torino si prepara all'arrivo di Mario Draghi: tutte le proteste, tensioni davanti al municipio

Dai tassisti a Gianluigi Paragone

È un comitato di benvenuto composto da più anime quello che si appresta ad accogliere il presidente del Consiglio dei Ministri, Mario Draghi, a Torino. Dai tassisti che si sono radunati in mattinata in piazza Vittorio fino a Gianluigi Paragone, il leader di Italexit e attivista no green pass. Il centro della città per un giorno sarà conteso tra chi sostiene l'azione del Governo e chi invece la contesta. In piazza Palazzo di Città si sono verificate alcune tensioni tra manifestanti e forze dell'ordine.

Perché Mario Draghi a Torino

Mario Draghi sarà oggi, martedì 5 aprile, a Torino per firmare con il sindaco Stefano Lo Russo il 'Patto per Torino', un accordo grazie al quale la città potrà ripianare le casse del Comune grazie a un ingente finanziamento del Governo. Solo per il 2022 sono 70 i milioni di euro dei quali potrà godere l'amministrazione comunale. I finanziamenti però sono vincolati a quattro obiettivi che devono essere raggiunti, tra questi ci sono l'aumento dell'Irpef e la riscossione dei crediti. 

Le proteste e le zone della città coinvolte

I primi a scendere in piazza sono stati i tassisti che si sono radunati in piazza Vittorio intorno alle 9 della mattina. Preannunciano un presidio statico contro il decreto di legge concorrenza, nel mirino l'articolo 8. Loro chiedono i decreti attuativi della riforma del settore taxi e noleggi con conducente; il non inserimento del servizio pubblico taxi nella direttiva Bolkestein; una regolamentazione del settore dei servizi digitali.

Protesta in piazza Palazzo di Città dove un centinaio di attivisti no green pass si sono radunati sotto il motto ‘Draghi Torino non ti vuole’. Tra questi anche Marco Liccione, il leader della ‘Variante torinese’. Schierati a difesa del Comune polizia e carabinieri.

In piazza Castello arriverà invece il leader di Italexit, Gianluigi Paragone. Insieme a lui in piazza scenderanno varie anime del mondo dei no green pass. Anche in questo caso il presidio dovrebbe essere statico e non sono previsti cortei. L'ingresso di via Garibaldi è stato sbarrato dalla polizia. 

Infine alle 13 si raduneranno a Porta Palazzo le anime del blocco sociale torinese. Tra questi ci saranno l'USB, Rifondazione Comunista e Potere al Popolo. A Porta Palazzo si terrà uno speaker corner contro la guerra e poi alle 14 si sposteranno in piazza Castello. 

Tassisti protesta-2

Si parla di

Video popolari

Torino si prepara all'arrivo di Mario Draghi: tutte le proteste, tensioni davanti al municipio

TorinoToday è in caricamento