Mercoledì, 28 Luglio 2021
Attualità

Turismo multisensoriale, Torino e il Piemonte nelle 'Mappae' europee che seguono le piante officinali

Una nuova e innovativa offerta turistica

Due anni di lavori per creare una nuova e innovativa offerta turistica. Mappae, acronimo di Medicinal and Aromatic Plants Pathways Across Europe, ha lo scopo di realizzare una rotta tematica multisensoriale, turistica e culturale, che colleghi le destinazioni europee unite da una comune tradizione nel campo delle piante medicinali e aromatiche.

Per questo unisce sei paesi europei: Croazia, Bosnia, Cipro, Italia, Francia e Malta e mette in stretta sinergia piccole e medie imprese nel settore culturale e turistico.

Il Piemonte non poteva certo mancare nel progetto del bando Cosme del quale Le Terre dei Savoia è capofila ed è stato scelto, in rappresentanza dell’Italia, insieme alla Liguria. La nostra Regione, infatti, rappresenta circa il 30% della produzione nazionale del comparto.

"Fedele al suo nome – si legge sul sito di Mappae, il Piemonte (ai piedi della montagna), è una regione circondata dalle Alpi che ospita le vette più grandi e i più grandi ghiacciai d'Italia. Paesaggi mozzafiato e valli pittoresche, i vigneti delle Langhe e del Monferrato, i piccoli borghi e castelli sono solo alcuni dei luoghi più belli del Piemonte. La regione è rinomata per la sua incredibilmente ricca tradizione di piante officinali e aromatiche che rappresentano il 30 % dell'intera produzione italiana, per il suo cibo e vino, nonchè per il suo impressionante patrimonio culturale con le famose residenze di Casa Reale di Savoia”.

Il video e la app

Nel video di presentazione, capace di far pregustare luoghi e profumi, scorrono le immagini del Valentino, del Museo Egizio, del Castello di Racconigi, di Pancalieri, il paese della mente, di Sale San Giovanni, la piccola Provenza del Piemonte, del Museo e Accademia Europea delle Essenze di Savigliano, dei fiori commestibili di Cherasco.

Tutte le destinazioni sono raccolte sul portale web che lavora insieme a un’App specifica che guiderà il visitatore alla scoperta dei luoghi di Mappae con contenuti premium per alcune destinazioni.

«Mappae è ispirato ai principi del turismo esperienziale, concepito come esperienza multisensoriale, - commenta la direttrice di Terre dei Savoia, Elena Cerutti - il nostro obiettivo è stimolare i turisti con una chiave interpretativa originale che si rivolge ai mercati europei e intercontinentali, incluse Cina e Russia.»

Mappae si concluderà a fine marzo 2021 e proprio allora, nella seconda settimana, si terrà l’evento finale con partner e stakeholder che celebrerà la conclusione del progetto e presenterà i risultati ottenuti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Turismo multisensoriale, Torino e il Piemonte nelle 'Mappae' europee che seguono le piante officinali

TorinoToday è in caricamento