Suk, la protesta dei venditori di Borgo Dora: "Vogliamo restare qui"

Il mercatino di libero scambio si sposterà in via Carcano

"Il suk deve restare a Borgo Dora". Venditori e frequentatori del mercato di libero scambio che da sabato 19 gennaio si sposterà da Borgo Dora a via Carcano non ci stanno. La loro voce è contraria e sono pronti a farla sentire domani, sabato 12 gennaio alle 11 al Balon. Sono circa 400 gli operatori che il sabato si dedicano alla vendita di merce usata nella zona e il timore è che, spostandosi in un'area più periferica, possa verificarsi un brusco calo di affari.

L'invito a sostenere il libero scambio in Canale Molassi e San Pietro in Vincoli arriva dal Comitato Oltredora che ha optato per la via della mobilitazione in strada. Nell'invito alla protesta di domani si legge: "Il mercato del libero scambio rappresenta l'anima del Balon: garantisce un reddito a centinaia di venditori, permette di spendere poco a migliaia di frequentatori e appassionati e garantisce il riuso di tonnellate di potenziali rifiuti.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia familiare, disabile uccisa a martellate dalla madre

  • Tamponamento fra due tram (uno era fuori servizio): 14 feriti in ospedale

  • Ragazzo si getta sotto il treno in corsa: morto. Convoglio bloccato per quattro ore

  • Banda di ladri senza pietà: uccidono a pietrate il cane che li aveva sorpresi

  • È in arrivo la neve a Torino: altre nevicate fino alla vigilia di Natale

  • In corto la presa dell'albero di Natale: appartamento distrutto da un incendio, salvati mamma e bimbi

Torna su
TorinoToday è in caricamento