Attualità

Luciana Littizzetto accusata da Wanda Nara: "Macché sessismo, quello è un'altra cosa"

Replica durante 'Che tempo che fa'

Luciana Littizzetto ieri sera a Che Tempo Che Fa

"Che il cielo benedica le donne che sanno ridere di loro, che si fanno prendere in giro perché questa è la vera uguaglianza". Così, leggendo un monologo, nella serata di ieri, domenica 13 dicembre 2020, nel corso della trasmissione 'Che tempo che fa' di Rai3 Luciana Littizzetto ha replicato a Wanda Nara, che nei giorni precedenti aveva minacciato azioni legati nei suoi confronti per alcune battute, ritenute sessiste, pronunciate dalla comica torinese nella puntata precedente, domenica 6.

"Un comico - ha detto Littizzetto - può capitare che faccia una battuta esagerata, ma il sessismo è un'altra cosa. È l'odio nei confronti delle donne, la violenza di genere, la discriminazione sul lavoro, è pensare che le donne siano inferiori agli uomini, è la mutilazione dei genitali femminili per impedire alle donne di provare piacere. Il sessismo è non solo di impedirle di fare una foto nuda sul cavallo, ma anche solo di parlare. Se una donna fa una battuta discutibile su un'immagine discutibile di una donna è sessismo? No. È solo libertà di pubblicare quello che ti pare e di parlarne come ti pare. A ogni azione, una reazione. Punto".

Littizzetto ha concluso il suo intervento vicino al conduttore Fabio Fazio elogiando le donne dello spettacolo che, destinatarie della sua ironia in passato, hanno saputo ridere e divertirsi delle sue battute: "Siano benedette la Marcuzzi e la De Filippi. La D'Urso, la Hunziker, la Ferragni, Filippa. Sia santificata la Belen e le Rodriguez tutte. Perché ridere è una salvezza, una delle poche cose che in questi tempi duri ci ha salvato".

Le battute che Wanda Nara ha ritenuto offensive

Dopo la pubblicazione di una foto nuda a cavallo su Instagram, Littizzetto aveva detto queste cose, che Wanda Nara ha ritenuto offensive, nella puntata di domenica 6: "Quando si dice cavalcare a pelo, tra i due quello più vestito è il cavallo. Mi chiedo come è stata issata su: l’hanno messa su a peso, e poi lei si sta tenendo con la sola forza delle unghie e credo della Jolanda prensile. Spiegami dove è finito il pomello della sella, secondo me si arpiona in questo modo".

La moglie e procuratrice di Mauro Icardi, attaccante del Paris Saint-Germain, si era infuriata "perché le prevaricazioni e le violenze non è che vengano solo dai maschi. Al contrario. Perché la violenza e la volgarità non hanno sesso. Sono e restano violenza e volgarità. Per inciso. Nel 2020 troviamo ancora donne del genere. Ovviamente dovrà risponderne giudizialmente".

foto-wanda-nara-nuda-cavallo-littizzetto-instagram-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Luciana Littizzetto accusata da Wanda Nara: "Macché sessismo, quello è un'altra cosa"

TorinoToday è in caricamento