rotate-mobile
Attualità Sestriere / Strada Provinciale 23 del Colle di Sestriere

Cantieri sulla provinciale, ma la Cesana-Sestriere potrà disputarsi su tutto il percorso

Rifacimento dell'asfalto e sistemazione delle barriere

Settantacinquemila euro, a cui va aggiunta l’Iva, per i lavori in corso sulla Strada Provinciale 23 del Sestriere. È questa la cifra che la Direzione Viabilità 2 della Città Metropolitana di Torino ha impegnato per la manutenzione straordinaria in vista della gara automobilistica in salita Cesana-Sestriere, di domenica 14 luglio. Verranno effettuati il rifacimento della pavimentazione stradale a tratti saltuari, compreso il centro abitato di Sestriere, e la sistemazione delle barriere nei punti che presentano problemi di maggiore instabilità.

Quest’anno dunque, la Cesana-Sestriere si potrà nuovamente disputare sull’intero percorso di 10,4 Km, che ha reso la manifestazione nota in tutto il mondo.

“I lavori in corso erano programmati da tempo e consentiranno il regolare svolgimento della manifestazione - ricorda il Consigliere metropolitano delegato ai lavori pubblici, Antonino Iaria -. È un risultato importante, frutto anche dei lavori eseguiti nel maggio e giugno 2018, per ovviare al movimento franoso a Champlas du Col. La Città Metropolitana aveva impegnato quasi 500.000 Euro per ripristinare il transito, mitigando il rischio di dissesto, grazie alla realizzazione di interventi di drenaggio profondi”.

Per la realizzazione dei pali drenanti la Città Metropolitana aveva effettuato una ricerca di mercato in somma urgenza fra le ditte specializzate. Terminata la realizzazione dei drenaggi profondi si era provveduto al ripristino della pavimentazione nel tratto di strada interessato dalla frana. “I tecnici, - ha sottolineato Iaria - assicurano che gli interventi realizzati un anno fa hanno garantito la sicurezza e la stabilità del piano stradale”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cantieri sulla provinciale, ma la Cesana-Sestriere potrà disputarsi su tutto il percorso

TorinoToday è in caricamento