Trovato l'accordo: a ottobre un lotto di lavori per la sicurezza della strada-killer

Teatro di diversi incidenti mortali

L'incidente del 18 aprile 2018, costato la vita al motociclista Mattia Mantoan, proprio all'incrocio tra corso Europa e via Pisa

La pericolosità del tratto della strada provinciale 500 (corso Europa) a Volpiano è stata oggetto di un incontro ieri, venerdì 20 settembre 2019, in prefettura aTorino, a cui hanno partecipato il vicesindaco metropolitano Marco Marocco, il sindaco di Volpiano Emanuele De Zuanne, il dirigente e i tecnici della Direzione coordinamento viabilità della Città Metropolitana.

Mercoledì 18 De Zuanne aveva portato la questione all’attenzione del Consiglio metropolitano. Il primo cittadino volpianese aveva fatto riferimento all’incrocio "a T" tra la provinciale 500 e via Pisa, teatro di gravi incidenti, alcuni anche mortali negli ultimi anni.

La richiesta del Comune di Volpiano di prevedere un importante investimento per migliorare la sicurezza della viabilità ha trovato ascolto nel vicesindaco Marocco, che ha garantito l’impegno a far partire nel mese di ottobre un lotto immediato di lavori per il miglioramento delle condizioni di sicurezza della viabilità, propedeutici ad interventi strutturali successivi. Tali lavori creeranno le condizioni per la risoluzione definitiva delle criticità.

“Subito dopo la conclusione della seduta del consiglio, la seconda commissione consiliare ha affrontato il problema e convenuto sulla necessità di fare presto per definire nel dettaglio la progettazione degli interventi risolutivi per la messa in sicurezza dell’incrocio - sottolinea il vicesindaco Marocco -. La riunione odierna in prefettura è un primo passo in tale direzione”.

Secondo De Zuanne, "la riunione di oggi in prefettura, che aveva per oggetto i piani di emergenza esterna di Eni, Autogas Nord e Butangas, è servita per pianificare ulteriori misure per la sicurezza della provinciale 500 nel tratto di Volpiano. Vi è infatti l'intesa per interventi immediati sulle intersezioni con via Pisa e via Amalfi e per l'accesso al deposito Eni. Oggi, dunque, è stato fatto un ulteriore passo in avanti, nella continua interlocuzione tra la Città Metropolitana e il Comune su questo problema. Dal 2009 l'ente locale, facendosi interprete delle richieste dei cittadini, sollecita interventi per la messa in sicurezza della provinciale 500 e la Città Metropolitana ha già programmato per il 2020 la realizzazione di una rotonda all'altezza di via Leini".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Shopping, 3 tonnellate di vestiti in vendita "al chilo": l'evento per due giorni a Torino

  • Scontro auto-ambulanza all'incrocio: sei persone rimaste ferite

  • Travolta da un'auto mentre attraversa la strada: morta sul colpo

  • Paura al campo di calcio: bambino di 8 anni si accascia al suolo mentre gioca la partita

  • Marito e moglie investiti da un'auto mentre attraversano la strada

  • Colpo grosso nella villa dell'imprenditore: i ladri portano via gioielli per 80mila euro

Torna su
TorinoToday è in caricamento