Sabato, 20 Luglio 2024
Attualità Vallette / Piazza Eugenio Montale

Alle Vallette parte il primo cantiere con i fondi Pnnr: l'edificio delle poste sarà bonificato, demolito e ricostruito

Ospiterà le nuove poste, un coworking, attività culturali, una pizzeria e un giardino sul tetto

Novità al quartiere delle Vallette di Torino. Grazie ai 5,8 milioni di euro dei fondi PinQua-Pnrr, l'edificio di proprietà Atc di piazza Montale verrà bonificato, demolito e successivamente ricostruito, privo di barriere architettoniche e dalle elevate prestazioni energetiche con la creazione di nuovi spazi polifunzionali aperti alla cittadinanza. Originario negli anni 70 e costruito su due piani, l'edificio - vuoto da una quindicina d'anni per problemi di amianto - ospita un ufficio postale che provvisoriamente verrà trasferito in piazza Don Pollarolo

Ma il nuovo edificio - rivestito da doghe in alluminio scuro per garantire la coibentazione termica, mentre al secondo piano l'involucro esterno sarà in cartongesso - oltre alle nuove poste, ospiterà locali adibiti a community hub, quali coworking, attività culturali ricreative e formative, un locale pizzeria, ma la novità sarà il tetto. 

Il tetto dello stabile diventerà un 'green roof", un giardino pensile coperto da una pergola fotovoltaica, che una volta riqualificato sarà a disposizione dei giovani e della cittadinanza. E ancora parcheggi per le bici all'esterno e un'area verde tra piazza Pollarolo e via delle Verbene. Il cantiere di piazza montale durerà 18 mesi. 

Le istituzioni presenti al via ai lavori

"Questo è un quartiere storico, originario delle Vallette - ha commentato Emilio Bolla, presidente Atc - e l'intervento di demolizione che andiamo a fare oggi per ricostruire il nuovo è davvero importante. Vogliamo anche favorire l'aggregazione degli abitanti del territorio, assicurare servizi importanti ai cittadini e creare opportunità di incontro per giovani e anziani".

"Soddisfatto per il progetto che prevede il rifacimento dell'edificio che ospiterà servizi per i cittadini e servizio postale per la città, consentendo a chi vive nel quartiere di poter continuare a usufruire di un importante servozio di prossimità - ha commentato il sindaco di Torino, Stefano Lo Russo - Siamo tra le città che abbiamo più corso in questi anni: il Pnnr è una straordinaria occasione. Per Torino si parla di 600milioni circa e nei prossimi anni oltre 300 interventi cambieranno il volto della città".

Anche il presidente della Regione, Alberto Cirio, ha espresso la sua soddisfazione:" Qui siamo a intervenire sui beni Atc, dove abitano tante famiglie piemontesi. Il diritto alla casa è importante ma deve essere un diritto a una casa idonea. L'edificio in questione, una struttura comune, è testimonianza di degrado e abbandono e questo progetto testimonia il nostro prenderci cura delle cose, anche quando le risorse sono poche".  

Al via ai lavori in piazza Montale c'era anche Raffaele Ruberto, prefetto di Torino: "Oggi c'è un'attenzione particolare per l'abitato. Il quartiere Vallette ha vissuto in passato delle pagine difficili. La manutenzione è importante ma anche i servizi, come il servizio postale che c'è qui, lo sono. Qui interveniamo tutti quanti, in un contesto in cui si vuole dare un segnale. Perché le istituzioni non possono che camminare insieme con i cittadini" 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alle Vallette parte il primo cantiere con i fondi Pnnr: l'edificio delle poste sarà bonificato, demolito e ricostruito
TorinoToday è in caricamento