Nuova funzione per Junker, per sapere dove buttare i rifiuti basterà scattare una foto

Tecnologia sperimentale 

immagine di repertorio

Da oggi per sapere come smaltire un oggetto basterà inquadrarlo e scattargli una foto. Tutto questo grazie alla nuova funzione di Junker. La app per la raccolta differenziata presente in numerose città italiane, che a Torino è stata lanciata da un anno e mezzo, sfrutta l’innovazione tecnologica ed aggiunge una nuova modalità di ricerca a quelle già presenti.

Sinora, la app offriva tre modalità per il riconoscimento dei rifiuti:

  • per scansione del codice a barre;
  •  per simboli;
  • per ricerca testuale.

Con la nuova funzione, basata sul riconoscimento per immagini, diventa ancora più facile differenziare gli oggetti sfusi o privi di etichetta. L'immagine verrà inviata al “cervellone” dell’app.

Grazie a una complessa combinazione di algoritmi, il sistema lo riconoscerà e risponderà inviando, in tempo reale, tutte le informazioni sulla composizione del prodotto e le corrette modalità di conferimento.

Si tratta di una tecnologia sperimentale, mai applicata prima d’ora in questo campo, basata su un sistema di apprendimento automatico che si evolve grazie alla collaborazione degli utenti. Il database di partenza è costituito da circa 1 milione di immagini, che man mano saranno evolute grazie alle ricerche e i feedback dei cittadini.

Junker, app raccolta differenziata: i 5 prodotti più ricercati dai torinesi 

Intanto, Junker è stata tradotta in 10 lingue, così da poter essere usata anche da turisti e lavoratori stranieri, ed è completamente accessibile anche ai non vedenti.

Torino si è aggiudicata il primato per numero di utenti con una media di 30 ricerche per cittadino, dato che supera di gran lunga quello nazionale (24). Quasi 1,5 milioni di ricerche, oltre 51mila famiglie raggiunte e 7.400 segnalazioni di situazioni di degrado. 

Durante l'emergenza Covid-19 si è registrato un sensibile aumento delle ricerche in app.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I torinesi si sono rivolti a Junker anche per sapere come smaltire correttamente guanti e mascherine. Questi sono i 5 prodotti più ricercati dai torinesi su Junker:

  • 1) Cartone della pizza (sporco)
  • 2) Carta affettati
  • 3) Contenitori della carne (polistirolo)
  • 4) Assorbenti igienici
  • 5) Polistirolo (imballaggi e scatole)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: in Piemonte centri commerciali chiusi il sabato e la domenica (tranne gli alimentari)

  •  Piemonte, coprifuoco dalle 23 alle 5: firmata l’ordinanza

  • Torino: positiva al coronavirus esce e va in giro, denunciata per epidemia colposa

  • Lavazza, offerte di lavoro a Torino e in provincia: le posizioni aperte

  • Incidente a Torino, auto finisce contro un palo: morta donna dopo l'urto violento

  • Incidente in strada a Torino: tram investe pedone e lo uccide

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento