Informazioni per i cittadini su WhatsApp: a Grugliasco al via la sperimentazione

Dal 1 luglio, i grugliaschesi potranno scegliere sul sito del Comune le tematiche su cui essere informati

Lunedì 1 luglio, la Città di Grugliasco sperimenterà per prima e gratuitamente il progetto di comunicazione tra Ente locale e cittadini proposto dall'azienda torinese PCM utilizzando la nota App di messaggistica gratuita “WhatsApp”. 
Questa sperimentazione, che riguarderà inizialmente 250 cittadini liberamente iscritti per un periodo di 2 mesi, porterà la città di Grugliasco e alcuni cittadini a valutarne l'utilità, le problematiche ed eventuali nuove frontiere. 

L'iscrizione

I cittadini hanno la possibilità di iscriversi al servizio direttamente dalla home page del sito web del Comune: su questa gli utenti dovranno esclusivamente inserire il proprio numero di telefono e selezionare su quali tematiche vorranno essere informati. Le tematiche possono essere suddivise in sotto-tematiche in modo da permettere una più precisa e utile informazione. Una volta iscritto, il cittadino dovrà confermare la propria volontà di voler accedere al servizio e poi comincerà a ricevere gli aggiornamenti e non potrà più rispondere ai messaggi. In ogni momento è possibile la discriminazione dal servizio e l'aggiornamento delle preferenze.

Siete i primi a testarlo

Potete cominciare a fare il primo test di funzionamento iscrivendovi dalla pagina dedicata: https://grugliasco.mexo.it/user. Se avete domande, curiosità o voglia di discutere le funzionalità progetto, potete contattare lo Staff del Sindaco: staff@comune.grugliasco.to.it – 011 4013011 

L'uso della piattaforma

Il servizio può essere utilizzato per un maggiore coinvolgimento della cittadinanza alle attività sul territorio, per un'informazione puntuale su lavori pubblici, per diffondere cultura e conoscenza con curiosità e approfondimenti. In ogni caso il servizio è pensato come un forte supporto alla comunicazione istituzionale e non politica.

«Innovare significa anche modificare alcune abitudini e stili di vita dei cittadini – spiegano il sindaco Roberto Montà e l’assessore all’innovazione Raffaele Bianco – Con questo servizio raggiungiamo direttamente i nostri concittadini sul cellulare tramite WhatsApp una delle applicazioni gratuite più utilizzate dalla popolazione giovane e meno giovane. Per la prima volta – proseguono – non dovrà essere il cittadino a dover cercare le informazioni più importanti ma saremo noi a preoccuparci dei cittadini e delle informazioni. Aderendo a questo servizio, per ora solo in forma sperimentale, saremmo in grado di avvisare in tempo reale i cittadini sulla chiusura delle scuole, sugli scioperi, sulle emergenze, sulle modifiche viarie, sui lavori in corso, sulle scadenze tributarie. Ma anche sapere gli eventi culturali programmati a Grugliasco».  
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piemonte verso la 'zona arancione'. Spostamenti, negozi, scuole: cosa cambia

  • Piemonte, con indice RT sotto 1, verso la zona arancione. Cirio: “Non è un risultato, ma un passo”

  • Albero di Natale, 10 idee (super trendy) per ricreare l'atmosfera natalizia

  • A Grugliasco si inaugura il nuovo supermercato Lidl: riqualificata l'intera area

  • Piemonte in zona arancione da domenica 29 novembre: cosa cambia

  • Nichelino, chiusa la tangenziale a causa di un incidente: morto un uomo

Torna su
TorinoToday è in caricamento