rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Attualità Santa Rita / Via Gorizia, 112

Vaccino ai bambini, ecco il primo hub dedicato ai più piccoli: i primi a vaccinarsi saranno i figli del professor Di Perri

In via Gorizia da oggi partono le inoculazioni alla fascia d'età 5-11 anni

Sembra un parco giochi l'hub vaccinale Compagnia di SanPaolo dedicato esclusivamente ai bambini, inaugurato questa mattina presto in via Gorizia 112, presso l'Asl. Tra colori e scivoli e anche diversi eventi teatrali e d'intrattenimento organizzati ad hoc, i piccoli - della fascia d'età compresa fra i 5 e gli 11 anni - da oggi si potranno vaccinare qui. E i primi a sottoporsi al vaccino anti covid, esattamente come il loro papà, ormai quasi un anno fa, saranno i tre figli - di 6, 8 e quasi 10 anni - del professor Giovanni Di Perri, direttore del dipartimento Malattie Infettive dell'ospedale Amedeo di Savoia. Tre biondini sorridenti, che di doversi sottoporre all'iniezione non sembrano affatto essere preoccupati.

hub vaccinale_bambini_via Gorizia4-2

"Nessun timore"

"Questa è indubbiamente una fase delicata della campagna vaccinale - ha dichiarato Di Perri - ma vaccinare i più piccoli è un atto d'amore nei loro confronti: non bisogna avere nessun timore, dobbiamo ricordare che i bambini sono 'piccoli adulti'. Inoltre, questo è un vaccino moderno, molto leggero e sui piccoli ha ancora un più alto rendimento. Saranno quelli che avranno meno bisogno di richiami in futuro".

Ma se quella parte della popolazione ostile all'immunizzazione si fosse vaccinata, oggi ci sarebbe bisogno di vaccinare i bambini? A questa domanda Di Perri risponde senza tentennamenti: "Diciamo che forse non sarebbe così importante ma, in ogni caso, presto o tardi, ai più piccoli ci saremmo arrivati comunque. Vaccinare anche loro oggi ci dà una mano con la curva dei contagi e a superare questo inverno". Pare infatti che una buona fetta dei nuovi contagi riguardi la popolazione in fascia pediatrica 5-11 anni.

E a proposito della nuova variante Omicron del covid che sta prendendo piede nelle ultime settimane, è stato cauto: "Quello che si sa è che si diffonde facilmente - ha spiegato -, sappiamo anche che potrebbe essere meno sensibile ai vaccini, ma non c'è alcuna certezza sul fatto che possa essere più virulenta". 

Mille vaccini nel week-end

L'hub di via Gorizia avrà a disposizione 7 box per le vaccinazioni e una capacità di circa un migliaio di inoculazioni nel week-end e 100 al giorno durante la settimana, considerando anche che, mentre al sabato e alla domenica l'orario di apertura sarà esteso, dal lunedì al venerdì sarà aperto solo dalle 17 alle 20 dando così la possibilità alle famiglie di portare i bambini a vaccinare, in orario post scolastico. Sono 210mila i piccoli appartenenti alla fascia pediatrica 5-11 anni che verranno convocati dalla Regione Piemonte e al momento le prenotazioni sono già arrivate a 17mila. I bambini fragili invece verranno sottoposti al vaccino in ospedale. 

hub vaccinale_bambini_via Gorizia-2

"Quello di oggi è un momento storico - ha detto il presidente Alberto Cirio, intervenuto all'inaugurazione dell'hub -, stiamo completando infatti la messa in sicurezza della popolazione piemontese. Sebbene in questi giorni stiamo vedendo nuovamente la curva dei contagi salire, l'occupazione dei posti in ospedale è un decimo rispetto a un anno fa: questo significa che la scienza ha avuto ragione e i vaccini ci stanno proteggendo".

 Il Piemonte tra l'altro, continua ad essere tra le regioni d'Italia con la percentuale più alta di vaccinazioni e tra le regioni d'Europa con la situazione sanitaria migliore: "Con le vaccinazioni dei bambini - ha aggiunto Cirio - pensiamo di mettere l'ultimo tassello che porterà alla fine di questa pandemia". All'inaugurazione dell'hub erano anche presenti Carlo Picco, direttore dell'Asl Città di Torino, Francesco Profumo, presidente della Fondazione Compagnia di SanPaolo e Fabrizio Manca, direttore dell'Ufficio Scolastico del Piemonte.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccino ai bambini, ecco il primo hub dedicato ai più piccoli: i primi a vaccinarsi saranno i figli del professor Di Perri

TorinoToday è in caricamento