Domenica, 13 Giugno 2021
Attualità

Innovazione, Harvard sceglie Torino come modello di smart city: "Sarà il nuovo laboratorio urbano"

Al centro dell'attenzione, la Casa delle Tecnologie Emergenti

L'università americana di Harvard sceglie Torino come modello di smart ciy. Il capoluogo piemontese è stato scelto dall'Harvard Alumni Entrepreneurs, organizzazione internazionale di alunni dell'ateneo statunitense, come modello di laboratorio urbano per il primo appuntamento di 'Smart Cities', ciclo di appuntamenti online sulle città intelligenti. Una scelta non a caso: di recente infatti sono stati diversi i progetti lanciati per trasformare Torino in una città sostenibile a 360°. "Una buona notizia di cui la nostra Città può andare orgogliosa" ha commentato soddisfatta la sindaca di Torino, Chiara Appendino.

La Casa delle Tecnologie Emergenti

Fra i temi, la Casa delle Tecnologie Emergenti, che verrà inaugurata il 5 luglio e che punta a caratterizzare la città come un grande centro di innovazione, alla quale l'organizzazione si è mostrata interessata per un futuro coinvolgimento come partner.

La Casa delle Tecnologie Emergenti  - CTE NEXT - consentirà di realizzare a Torino un centro di trasferimento tecnologico diffuso sulle tecnologie emergenti in settori individuati come strategici per il territorio torinese: mobilità intelligente, industria 4.0 e servizi urbani innovativi. Andrà a integrarsi a Torino City Lab e sarà un ulteriore, fondamentale, tassello nella visione di una Torino che possa davvero tornare a vedere nell’impresa e nella manifattura le sue principali leve di sviluppo. 

L'assessore all'Innovazione Marco Pironti ha spiegato: "È un grande onore collaborare con Harvard Alumni Entrepreneurs e poter immaginare con il gruppo di lavoro smart city dell'università statunitense una traiettoria di innovazione tra Torino e uno degli epicentri mondiali del sapere. Mi auguro - ha aggiunto - che questo evento sia l'inizio di un prestigioso nuovo asse dell'innovazione internazionale che vede Torino proiettata come città intelligente e nodo dell'innovazione globale".

"Siamo lieti - ha aggiunto Philip Guarino, presidente dell'associazione Harvard Alumni Entrepreneurs a Parigi - di lanciare la nostra serie Smart Cities con l'esempio di Torino, una città molto nota per la sua innovazione in materia di mobilità".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Innovazione, Harvard sceglie Torino come modello di smart city: "Sarà il nuovo laboratorio urbano"

TorinoToday è in caricamento