rotate-mobile
Mercoledì, 5 Ottobre 2022
Attualità

Torino va sulla Luna, alla Thales Alenia nasce il modulo in cui vivranno gli astronauti

Il suo lancio avverrà nel 2024

Prende forma a Torino, presso lo stabilimento Thales Alenia Space, la prima cabina abitabile per gli astronauti in visita alla stazione lunare Gateway. Ieri, lunedì 15 febbraio, è avvenuta la prima saldatura di Halo (Habitation And Logistics Outpost) che l’azienda sta realizzando per conto di Northrop Grumman. 

La casa degli astronauti

Lo scopo principale del modulo è quello di fornire spazio vitale per gli astronauti dove poter preparare e organizzare la loro esplorazione della superficie lunare. Il suo lancio è pianificato al 2024 insieme al Power Propulsion Element PPE, come parte del Programma Artemis, guidato dalla Nasa. Il modulo fornirà le funzioni di comando, controllo e gestione dei dati, stoccaggio e distribuzione dell'energia, controllo termico, comunicazione e tracciamento.

Halo avrà inoltre, tre punti di attracco per veicoli in visita e futuri moduli, oltre a spazi dedicati alla ricerca scientifica e allo stivaggio. Una volta attraccata anche la navicella spaziale Orion della Nasa, Halo sarà in grado di accogliere fino a quattro astronauti per un massimo di 30 giorni, durante i loro viaggi di andata e ritorno sulla superficie lunare.

Il progetto di Thales Alenia

Thales Alenia Space ha progettato e sviluppato la struttura del modulo pressurizzato, del controllo della pressione del modulo e del vestibolo, parte del sistema di protezione dai meteoriti, nonché della struttura che si interfaccia con i sistemi di attracco della Nasa. Il design di Halo deriva dalla navicella Cygnus di Northrop Grumman, per la quale Thales Alenia Space è partner di lunga data.

"È una grande, fantastica sfida per la nostra azienda - ha dichiarato Massimo Claudio Comparini, Senior Executive Vice President Observation, Exploration and Navigation di Thales Alenia Space essere - di nuovo parte della straordinaria avventura del ritorno sulla Luna e in particolare aprire la strada alla stazione spaziale lunare, essendo coinvolti in uno dei primi 2 elementi costitutivi del Gateway, oltre ai moduli europei Esprit e I-Hab. Questo risultato è un passo concreto verso le future missioni esplorative”. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torino va sulla Luna, alla Thales Alenia nasce il modulo in cui vivranno gli astronauti

TorinoToday è in caricamento