rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Attualità Centro / Piazza Palazzo di Città

Guerra in Ucraina, la preoccupazione del sindaco Lo Russo: "Preoccupante escalation di violenza"

La Cgil scende in piazza

"Siamo preoccupati e vicini alla comunità ucraina", a dirlo è Stefano Lo Russo, il sindaco di Torino, a poche ore dall'inizio dell'invasione dell'Ucraina da parte della Russia. Una dichiarazione di guerra che è arrivata di notte, quando la città ancora stava dormendo e si apprestava ad accogliere il generale Figliuolo. 

Il commissario della campagna vaccinale avrebbe dovuto partecipare alle 11 a un evento organizzato dal comando delle truppe alpine dell'esercito, evento che però è stato annullato. "L'escalation della violenza è preoccupante sia per quanto riguarda l'incolumità della popolazione civile in Ucraina, sia per le ripercussioni che credo avremo come Europa sul tema, per esempio, energetico", ha aggiunto il sindaco Lo Russo, "La diplomazia deve riprendere quanto prima il suo ruolo, cercare di fare scendere la tensione". 

Dello stesso tenore è il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio che si esprime con un post su facebook. La sua attenzione in primis è rivolta nei confronti dei bambini e delle bambine che sono in Ucraina, poi il messaggio: "Per la prima volta dopo due anni dalla sofferenza a cui la pandemia ci ha sottoposto speravamo fosse tempo di ritrovare la pace. Ma la pace non fa parte delle immagini che stiamo vedendo, delle parole che stiamo ascoltando. E se veramente l’Europa ha il senso e il valore che noi crediamo fermamente lei abbia, ora più che mai è il momento di dimostrarlo. Perché questa assurdità va fermata subito. E io spero con ogni forza che uniti si possa trovare una via che fermi la violenza".

Intanto cominciano ad arrivare le prime dichiarazioni: il radicale Silvio Viale ha proposto alla Città di illuinare la Mole di giallo e blu in sostegno del popolo ucraino; mentre il PD piemontese si è detto pronto alla mobilitazione contro l'imminente guerra. Dalla Cgil invece è arrivato un fitto calendario di iniziative di piazza che inizierà questa sera, giovedì 24 febbraio, a Collegno alle 18 presso la barca della pace, per culminare sabato mattina in piazza Castello. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guerra in Ucraina, la preoccupazione del sindaco Lo Russo: "Preoccupante escalation di violenza"

TorinoToday è in caricamento