rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Attualità Centro / Piazza Castello

In piazza Castello con le città europee per dire "No alla guerra in Ucraina": la manifestazione

“Cities stand with Ukraine” il 12 marzo

Sabato 12 marzo alle 12 la Città di Torino aderirà all'iniziativa delle città europee di Eurocities per dire no alla guerra in Ucraina con una manifestazione in piazza Castello (lato Prefettura). "Cities stand with Ukraine" vedrà unite, in un unico momento di solidarietà condiviso, tante città europee. Cigil, Cisl e Uil parteciperanno alla manifestazione. Per Cgil Torino: "È importante che i sindaci di tante città abbiano voluto manifestare uniti, per dire con forza sì alla pace, no alla guerra, e che stiano offrendo sostegno e accoglienza a tutti i profughi. È importante che ogni persona sia fisicamente presente nelle piazze per chiedere ogni sforzo per fermare l’invasione russa dell’Ucraina, per fermare questa guerra che uccide civili, donne e bambini, che costringe le persone a fuggire dalle loro terre e dalle loro case. Occorre impedire che si arrivi ad una terza guerra mondiale dagli esiti catastrofici, facendo leva su tutti i canali diplomatici. Bisogna riporre le armi, non inviare nuovi armamenti, chiedere l’immediato cessate il fuoco, sostenere la popolazione Ucraina e coloro che in Russia vengono arrestati perché manifestano per la pace e contro la guerra".  

La Cisl Torino Canavese aggiunge: "La Cisl è presente, come sempre, nei luoghi in cui non si professano ambigue neutralità ed equidistanza sostanziale tra vittime e carnefici. Manifesteremo le ragioni di una pace da costruire con atti concreti, esprimendo solidarietà incondizionata all’Ucraina e al suo popolo. Chiediamo un forte sostegno umanitario ai profughi confermando il supporto alla popolazione civile che resiste alla violenza dell’aggressore". 

"La Uil - ha detto il Segretario generale della Uil Torino e Piemonte, Giovanni Cortese - sarà ovunque si chiede e si pretende la pace. La Russia ha aggredito un paese libero e sta provocando una strage di innocenti e l'esodo di milioni di civili. Noi vogliamo essere accanto al Sindacato, alle lavoratrici e ai lavoratori ucraini e stiamo dando il nostro piccolo sostegno umanitario, inviando a più riprese, da Roma, camion con generi di prima necessità e materiale sanitario. Un modo pratico e concreto per dare risposte immediate a chi ha bisogno di assistenza. Noi continuiamo a sostenere che la pace debba essere costruita con gli aiuti e non solo con le parole e che debba essere la pace a determinare le scelte economiche e non viceversa. Sulla base di questi principi manifestiamo solidarietà al popolo ucraino e chiediamo alle Istituzioni europee e sovranazionali di impegnarsi, senza tregua, sul fronte diplomatico per far cessare la guerra, nella consapevolezza che la pace è un valore assoluto che va costruito con determinazione, senza se e senza ma".

Eurocities e la campagna "Cities stand with Ukraine"  

"Cities stand with Ukraine" è una manifestazione europea a favore dell’Ucraina: sarà un momento comune delle città, un grande abbraccio delle comunità, per chiedere di far cessare le armi e interrompere le sofferenze inflitte al popolo ucraino. L’iniziativa è nata da una proposta del sindaco di Firenza Dario Nardella in qualità di presidente di Eurocities. "Le immagini dall’Ucraina preoccupano e sconvolgono le coscienze di tutti – ha detto alcuni giorni fa il Sindaco di Torino -, la mobilitazione delle città europee è un nuovo disperato appello per il cessate il fuoco. La diplomazia deve riprendere il dialogo e le città proseguiranno a mobilitarsi e a far sentire la propria voce di pace e solidarietà. Attraverso il network Eurocities, costruiamo ponti e confronti, continueremo ancora più ora, è tempo del dialogo". Tra alcune delle città che hanno aderito alla manifestazione: Milano, Roma, Bologna, Napoli, Braga, Marsiglia, Pescara, Nizza e Rotterdam.  

Nei giorni scorsi, durante la riunione di coordinamento al tavolo istituito dalla Città di Torino nell'intervento della Pastorale Migranti della Diocesi di Torino, è stato comunicato che la cappellania ucraina cattolica guidata da don Ihor Holynskyy si riunirà nella chiesa di Nostra Signora del Sacro Cuore di Gesù (via Germonio 27 a Torino) domenica 13 alle 12.15 per celebrare una Messa per la pace. Inoltre la Città di Torino ha attivato varie iniziative per aiutare la popolazione ucraina colpita dalla guerra.
 

12 marzo manifestazione Eurocities pro Ucraina-3

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In piazza Castello con le città europee per dire "No alla guerra in Ucraina": la manifestazione

TorinoToday è in caricamento