Attualità Centro / Piazza Castello

Mense aziendali chiuse a chi non ha il Green Pass: la decisione del Governo dopo il caso di Campiglione

Il sindacato chiede un tavolo alla Regione

Aveva ragione la Hanon System di Campiglione Fenile, questo da quanto viene riportato in una comunicazione ufficiale della Presidenza del Consiglio dei Ministri: per pranzare seduti al tavolo all'interno delle mense aziendali (in locali chiusi) sarà necessario essere in possesso del Green Pass. La FIM CISL chiede che la Regione convochi un tavolo con sindacati 

Il chiarimento dopo lo scontro della settimana scorso tra l'azienda torinese e i sindacati dei lavoratori. In prima linea la FIM CISL che per venerdì 13 agosto aveva indetto uno sciopero di due ore per turno di lavoro, sciopero che è stato revocato a poche ore dall'inizio grazie alla retromarcia dell'azienda.  

Sul caso si era pronunciata anche la Regione Piemonte che aveva specificato che, in assenza di un chiarimento da parte del Governo, le mense aziendali non potevano essere equiparate a locali pubblici di ristorazione. Un chiarimento da parte della Presidenza del Consiglio dei ministri che è arrivato nel pomeriggio di venerdì 13 agosto. 

Con una specifica FAQ pubblicata sul sito di Palazzo Chigi il Governo ha messo la parola fine alla discussione: "Per la consumazione al tavolo al chiuso i lavoratori possono accedere nella mensa aziendale o nei locali adibiti alla somministrazione di servizi di ristorazione ai dipendenti, solo se muniti di certificazione verde Covid-19, analogamente a quanto avviene nei ristoranti". Di verificare che i lavoratori abbiano il Green Pass dovranno occuparsene le ditta che forniscono il servizio mensa. 

Oggi, lunedì 16 agosto, la contromossa della FIM CISL che ha chiesto alla Regione Piemonte la convocazione di un tavolo con i sindacati e le imprese con lo scopo di redigere un protocollo comune per gestire il tema. "Solleviamo alcune considerazioni", scrive la FIM in una nota, "Affidare il compito del controllo alle imprese che erogano il servizio mensa è difficoltoso, in quanto servono personale e strumenti aggiuntivi. Siamo sicuri che le aziende abbiano risorse economiche e spazi fisici per creare nuove aree adatte ai non vaccinati? Lavorare vicini per 8 ore e dividersi in mensa continua ad essere un principio paradossale". 

Adesso si attende la risposta della Regione Piemonte. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mense aziendali chiuse a chi non ha il Green Pass: la decisione del Governo dopo il caso di Campiglione

TorinoToday è in caricamento