rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Attualità Borgaro Torinese / Via Roma, 2

Il medico negazionista di Borgaro Torinese è diventato vaccinatore, la Regione chiede un'audizione all'Asl che ha concesso lo status

Cirio: "Vicenda assurda"

Da novembre 2021 Giuseppe Delicati, il 61enne medico negazionista e no-vax di Borgaro Torinese indagato da due procure (Torino e Ivrea) per un video delirante in cui negava l'esistenza del virus e per avere rilasciato decine di certificati di esenzione vaccinale senza averne titolo, è diventato un medico vaccinatore. Il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, appresa la notizia, ha chiesto che il direttore generale dell'Asl To4 (di cui Delicati fa parte e che ha concesso appunto quello status dopo avergli tagliato lo stipendio lo scorso anno per cinque mesi), Stefano Scarpetta, venga ascoltato dall'unità di crisi sul coronavirus.

Contro Delicati è attualmente in corso un procedimento disciplinare all'ordine dei medici di Macerata, a cui è iscritto. Era stato convocato lo scorso 26 novembre. Qualunque sia il provvedimento, è certo che Delicati farà ricorso allungandone quantomeno i tempi di esecutività. Del resto la sua posizione era emersa anche nel corso di un servizio della trasmissione Le Iene di Italia 1 in cui, davanti alla telecamera nascosta, diceva: "Vado avanti, non me ne frega niente". "Questa vicenda ha dell'assurdo - attacca il presidente Cirio - ed è incredibile anche solo immaginare che un soggetto del genere possa essere considerato idoneo come vaccinatore. L'audizione di Scarpetta servirà a valutare quali siano gli effettivi poteri di intervento della Regione in merito".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il medico negazionista di Borgaro Torinese è diventato vaccinatore, la Regione chiede un'audizione all'Asl che ha concesso lo status

TorinoToday è in caricamento