Attualità Giaglione / SP 255 della Val Clarea

Detriti sulla provinciale 255 della Val Clarea, strada chiusa a Giaglione: "Possibili altre frane"

Passaggio limitato ai mezzi di servizio

Dalla mattinata di martedì 15 agosto risulta chiusa al traffico la strada provinciale 255 della Val Clarea, che congiunge Giaglione con il fondovalle. Le forti piogge di ieri hanno causato una colata detritica che dall’alveo di un rio laterale si è riversata sulla strada.

I mezzi della Città metropolitana di Torino e delle ditte incaricate sono intervenuti nella notte per aprire un varco e consentire il passaggio, necessariamente limitato, ai mezzi di servizio. In queste ore stanno intervenendo i tecnici della Viabilità della Città metropolitana per verificare la situazione. 

Città metropolitana: "Ancora chiusa la Sp 255 della Val Clarea, possibili altre frane"

Alle 17 la Città metropolitana ha annunciato che resta chiusa da località Pian delle Rovine, al km 1+800, fino a fondovalle, la Sp 255 della Val Clarea, interessata nella notte da alcune frane estese su un largo fronte di 500\600 metri fra il km 2+200 e il km 2+600. "I mezzi della Viabilità della Città metropolitana di Torino e delle ditte incaricate sono intervenuti nella notte per per rimuovere parzialmente i detriti dalla strada e consentire a un gruppo di villeggianti di scendere a valle. Sono possibili altre cadute massi. Nella giornata di domani il personale tecnico della Città metropolitana effettuerà nuove verifiche del versante e si deciderà come intervenire".

A Bardonecchia, nel frattempo, sta continuando la rimozione del matriale detritico sotto il ponte della confluenza dei rii Fréjus, Rochemolles e Dora in modo da consentire nella giornata di mercoledì 16 agosto la valutazione della struttura del manufatto.

Frana detriti sulla provinciale 255 della Val Clarea a Giaglione (3)-2Frana detriti sulla provinciale 255 della Val Clarea a Giaglione (1)-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Detriti sulla provinciale 255 della Val Clarea, strada chiusa a Giaglione: "Possibili altre frane"
TorinoToday è in caricamento