rotate-mobile
Attualità

Turismo, a Torino è effetto Eurovision: fino a oltre 4mila euro per una notte in hotel

Aumenta di quasi dieci volte il costo medio per notte anche su Airbnb

Da quando è stato dato l'annuncio che sarà Torino a ospitare la 66° edizione dell'Eurovision Song Contest, è partita la caccia agli hotel in città. Dal 10 al 14 maggio 2022, date in cui si svolgerà la manifestazione, le camere d'albergo sono già quasi esaurite, soprattutto quelle a prezzi accessibili. Già perchè dal momento dell'ufficialità della notizia, i prezzi delle strutture ricettive sono decollati: questo è ciò che emerge da un’analisi di Maiora Solutions, start-up innovativa specializzata nello sviluppo di strumenti di intelligenza artificiale e analisi avanzata dei dati.

Dalla ricerca che Maiora Solutions ha effettuato su circa 100 strutture tra alberghi a 3-4 stelle della città di Torino e appartamenti comparabili dal punto di vista qualitativo presenti sulla piattaforma Airbnb, è emerso che la disponibilità nella settimana 9-15 maggio è già molto ridotta, e  già oltre il 90% delle strutture presenti sulla piattaforma è al completo.

L'analisi

Aumenta di quasi dieci volte il prezzo medio per notte su Airbnb nei giorni dell'evento. Il costo di pernottamento per due persone, nella settimana dell’Eurovision, va da 700 a 1.000 euro a notte, mentre la settimana successiva, a manifestazione terminata, si attesta tra gli 80 e i 100 euro a notte. Comparabile la situazione negli hotel, con incrementi tra i due periodi - Eurovision e settimana successiva - che vanno da almeno il 120%, fino a oltre il 3000%. Strutture che normalmente costano circa 390 euro per notte, durante l’Eurovision possono chiedere anche 4.100 euro a notte. In generale, il prezzo per notte durante l'Eurovision in città si aggira anche per gli hotel intorno agli 800-1.000 euro, per una stanza doppia. In un periodo normale il prezzo in città si assesta  tra i 60 e i 100 euro.

Un impatto economico importante

Numeri interessanti soprattutto in una città come Torino dove negli ultimi mesi il mercato immobiliare non ha registrato oscillazioni rilevanti, con una lieve discesa dei prezzi da ottobre 2020 a gennaio 2021 e una graduale ripresa sui livelli precedenti nei primi 9 mesi del 2021. “Eventi di queste dimensioni come l’Eurovision Song Contest - hanno commentato Andrea Torassa ed Emilio Zunino, fondatori di Maiora Solutions - possono impattare fortemente sulle città che li ospitano. Il mercato immobiliare torinese aveva registrato una discesa dei prezzi tra ottobre 2020 e gennaio 2021, per poi subire una graduale ripresa nei mesi successivi, assestandosi sui livelli precedenti. Come ci raccontano questi dati, il contest avrà certamente un impatto economico importante sulla città di Torino, considerata la grande quantità di turisti anche internazionali che sarà in grado di attrarre”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Turismo, a Torino è effetto Eurovision: fino a oltre 4mila euro per una notte in hotel

TorinoToday è in caricamento