rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Attualità

Anagrafe, da marzo i certificati si potranno chiedere anche in edicola

La delibera è stata appena approvata dalla Giunta

A partire da marzo, anche in edicola si potranno richiedere i certificati comunali. Questa è la novità, proposta dagli assessori all'innovazione, Paola Pisano, e al Commercio, Alberto Sacco, appena approvata dalla Giunta torinese che autorizza i giornalai a rilasciare documentazione che non sarà più esclusiva dell’ente anagrafico. Una mossa che dovrebbe alleggerire i carichi di lavoro nelle anagrafi cittadine e allo stesso tempo andare incontro alla crisi che stanno vivendo le edicole.

Pagando 2 euro e 50 centesimi a documento, e in alcuni casi aggiungendo la marca da bollo da 16 euro, si potranno richiedere residenza, cittadinanza, stato libero, morte, stati di famiglia e matrimonio, nascita, paternità e maternità, utilizzando le credenziali fornite dai portali online come Torinofacile.it e Spid (sistema pubblico di identità digitale) o la carta d’identità elettronica e la tessera sanitaria.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anagrafe, da marzo i certificati si potranno chiedere anche in edicola

TorinoToday è in caricamento