rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Attualità

Dall’Australia a Torino: i manifesti satirici sul “Marchese del Grillo” Djokovic

Mentre il numero 1 è bloccato all’aeroporto di Melbourne

Le reazioni al caso Djokovic arrivano anche a Torino. Mentre il numero 1 al mondo è stato bloccato dalle autorità australiane all’aeroporto di Tullemarine (Melbourne) a seguito del rifiuto dell’esenzione medica per il vaccino, una serie di manifesti satirici sono stati affissi a Torino in città nelle ultime ore.

Perchè io so io e voi non siete un..." si legge in una delle opere che cita il Marchese del Grillo firmate dal "Lumen art movement", gruppo di art e streetart.

Il tennista serbo viene ritratto mentre è in procinto di colpire una pallina che ha le sembianze del Coronavirus. Gli artisti prendono a prestito le parole del maestro Franco Battiato: "Supererò lo spazio e la luce per non farmi bucare, perchè sei un essere speciale".

In uno dei manifesti c’è anche un adattamento della celeberrima frase de “Il gladiatore”.

"Al mio segnale, scatenate il disdegno" è scritto su una delle affissioni ironiche che puntano il dito contro il comportamento di un campione che sperava di aggirare le regole sanitarie con un lasciapassare speciale ma ora deve fare i conti con le autorità di uno dei paesi che hanno subito, a causa del Coronavirus, il lockdown più lungo del mondo.

Melbourne ha trascorso in confinamento quasi 9 mesi dal marzo 2020 all’ottobre 2021, quando pub, ristoranti e caffè hanno riaperto alle persone completamente vaccinate. In quel momento è stato posto anche l'obbligo di mascherina al chiuso e la capienza limitata.

L'Australia ha inoltre iniziato il 2022 con nuovi picchi di coronavirus che hanno portato il numero delle vittime a livello nazionale dall'inizio della pandemia a più di 2.250.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dall’Australia a Torino: i manifesti satirici sul “Marchese del Grillo” Djokovic

TorinoToday è in caricamento