Mercati a Torino, arriva un'altra stretta: da oggi stop alla vendita di prodotti extra-alimentari

Solo i fiorai potranno allestire le loro bancarelle, ma a partire dalle 14

A partire da oggi giovedì 12 novembre, nei mercati torinesi ci saranno solo banchi di alimentari e fiorai. Niente più biancheria, prodotti per la cura della persona e l'igiene della casa e abbigliamento per bambini così come in realtà stabilito dal Dpcm e la cui vendita è comunque permessa nei negozi o nei centri commerciali. Un provvedimento definito "discriminatorio" dall'assessora regionale al Commercio, Vittoria Poggio. Il Comune di Torino aveva inizialmente interpretato nella maniera più "morbida" il decreto governativo, autorizzando le bancarelle di tutti quei beni considerati essenziali, ma ieri c'è stato l'accordo con le associazioni di categoria e l'amministrazione e si è deciso di fare un passo indietro.

Dalle 14 quindi sarà possibile solo per i fiorai, allestire i loro banchi: quando cioè il resto degli ambulanti di prodotti alimentari avrà già smontato e liberato le piazzole. Un'ulteriore stretta dunque per evitare il più possibile gli assembramenti e la diffusione del virus: un provvedimento che si spera possa portare a un miglioramento della situazione. Il Comune sta pensando però di consentire l'allestimento e la vendita, su aree specifiche separate dai prodotti alimentari, di beni extra-alimentari.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piemonte verso la 'zona arancione'. Spostamenti, negozi, scuole: cosa cambia

  • Albero di Natale, 10 idee (super trendy) per ricreare l'atmosfera natalizia

  • A Grugliasco si inaugura il nuovo supermercato Lidl: riqualificata l'intera area

  • Piemonte, con indice RT sotto 1, verso la zona arancione. Cirio: “Non è un risultato, ma un passo”

  • Nichelino, chiusa la tangenziale a causa di un incidente: morto un uomo

  • Rivoli, il videogioco usato per adescare i bambini e invogliarli a farsi foto e video nudi

Torna su
TorinoToday è in caricamento