Si è dimesso Silvio Falco, il direttore generale della Città della Salute  

Silvio Falco

Nei giorni scorsi Silvio Falco, direttore generale della Città della Salute di Torino (ospedali Molinette, Cto, Sant’Anna, Regina Margherita e San Lazzaro), ha rassegnato le dimissioni.

Falco, classe 1961, era direttore dal primo giugno del 2018, mentre nei tre anni precedenti è stato Direttore Generale dell'Azienda Ospedaliera Ordine Mauriziano di Torino. Ora la Città della Salute resta senza una guida.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dietro la scelta di Falco potrebbero esserci divergenze di vedute con la Regione forse in merito al difficile piano di rientro dell’azienda che risulta indebitata, ma probabilmente sulla decisione di anticipare bruscamente la fine del mandato potrebbero avere inciso motivi diversi 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autoparco comunale, Palazzo Civico vende 127 veicoli mediante asta pubblica: l’elenco 

  • Terribile tragedia nella notte: uccide il figlio di 11 anni a colpi di pistola e poi si spara

  • Apre il nuovo centro commerciale: previsti un centinaio di posti di lavoro

  • Omicidio-suicidio: uccide la moglie che si stava separando da lui e poi se stesso

  • Prodotti tipici, feste di via e festival: cosa fare a Torino sabato 26 e domenica 27 settembre

  • Elezioni comunali 2020 a Moncalieri: Montagna trionfa al primo turno

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento