menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Università, possibilità di lavoro in aumento per i laureati ma salari in calo

Sono i dati di Almalaurea 2018

Nove studenti su dieci dell’Università di Torino trovano lavoro a un anno dalla laurea. Indubbiamente una buona notizia ma la ricerca di Almalaurea 2018 diffonde anche un dato allarmante: i laureati di oggi guadagnano meno di quelli del 2004. Rispetto ad allora, i laureati prendono cinque euro in meno ogni mese sulla busta paga: un andamento generale contrario a quello degli altri paesi europei. 

Alcuni numeri

A distanza di un anno dall'aver ottenuto la laurea, il tasso di occupazione tra i laureati magistrali biennali è al 76,2% mentre sale fino al 91% dopo cinque anni. Tra gli occupati, il 27,2% ha un contratto a tempo indeterminato, dato che arriva al 51,9$ dopo i cinque anni; il 29% fa un part-time. La retribuzione netta media si aggira, dopo un anno, sui 1143 euro mensili e raggiunge i 1428 euro, dopo cinque anni. 

Le parole del Rettore

Gianmaria Ajani, rettore dell'Università di Torino, sottolinea il ruolo importante dell'ateneo nello sviluppo del territorio e delle sue risorse umane, "ma - aggiunge, rimarcando la necessità di un piano di investimenti strutturali - per soddisfare questa missione e le necessità di 70mila studenti (gli iscritti a Torino, ndr), servirebbero il triplo dei metri quadrati a disposizione e il doppio del personale docente": 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

A Collegno campi di colza in fiore: cosa sono e a cosa serve la colza

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento