Giovedì, 24 Giugno 2021
Attualità

Il 2020 è stato un anno chiave per la Croce Verde di Villastellone: i momenti principali

Nuova sede a Torino e nuovi mezzi

immagine di repetorio

Il 2020 è stato e sicuramente sarà uno degli anni più importanti per la Croce Verde di Villastellone, in cui l’impegno dei volontari e dei dipendenti ha visto crescere la presenza dell’ente sul territorio, con non poche difficoltà di gestione dovute alla pandemia da covid-19.

Nel mese di gennaio sono riusciti a trasferire i locali della sezione di Torino da corso Taranto ai nuovi e ristrutturati di via Porpora 42, di fronte all’ospedale San Giovanni Bosco: una sede più grande e confortevole, per le squadre che tutti i giorni, 24h su 24, si alternano per la copertura dei servizi urgenti e dei trasporti su Torino.

Sempre a gennaio è iniziato per la prima volta il servizio civile universale nell'associazione. Ad aprile la ditta Benelli ha donato un motoveicolo, che per la prima volta è entrato a far parte dell’autoparco. Nelle prime settimane di settembre è partito il primo corso per volontari soccorritori 118 Piemonte per i nuovi volontari iscritti alla sezione di Torino.

Anche nel 2020 la Croce Verde di Villastellone ha mantenuto, come negli anni passati, le convenzioni con il 118 per le postazioni di Villastellone, Santena e Torino con la novità citata dell’attivazione in forma continuativa della postazione MSB su Torino e con gli ospedali Regina Margherita e Cto.

In totale ci sono stati 14.240 servizi effettuati, per un totale di 213.573 chilometri percorsi. Durante la fase di emergenza sanitaria sono stati eseguiti più di 200 trasporti secondari in collaborazione per il trasferimento di pazienti covid-positivi dagli ospedali di Torino e Provincia a quelli dedicati in tutta la Regione.

Nell’anno sono entrati a far parte dell’associazione 64 nuovi volontari portando il personale volontario a quota 214. Ci sono poi 11 dipendenti e otto ragazzi impegnati cinque giorni alla settimana nei diversi progetti di servizio civile universale.

Una delle tante novità del 2020 è stata rappresentata dall’implementazione dell’autoparco con l’acquisto di tre nuove ambulanze (una di soccorso di base, una di soccorso avanzato e una adibita ai trasporti di rianimazione) e di una automedica, tutte all’avanguardia per la gestione degli interventi di emergenza-urgenza. Si annovera nel 2020 anche la moto donata dalla ditta Benelli.

Nella seconda metà del 2020 è iniziata la messa a punto dei progetti per la realizzazione della nuova sede di Villastellone, luogo cardine della vita associativa dell’ente: l’obiettivo è i realizzare una struttura a basso impatto ambientale ed ecologico che possa diventare un simbolo di riconoscimento dell’associazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il 2020 è stato un anno chiave per la Croce Verde di Villastellone: i momenti principali

TorinoToday è in caricamento