rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Attualità Sestriere

Sci, cosa cambia sulle piste: dall'assicurazione obbligatoria al casco, tutte le regole dal 1° gennaio 2022

Tutte le novità a partire dall'anno nuovo

Sulle montagne olimpiche, la stagione dello sci è ripartita, con discreto successo, lo scorso 4 dicembre grazie anche alle nevicate abbondanti di fine novembre che hanno imbiancato le piste. Dopo la pausa forzata negli ultimi due anni, dovuta alla pandemia, gli amanti dello sci alpino, da Sestriere a Bardonecchia, sono tornati a usufruire di seggiovie e skilift, pur con le dovute precauzioni e restrizioni anti contagio - green pass e mascherina obbligatoria agli impianti di risalita -, stabilite dal Governo. Attenzione però. Dal 1° gennaio 2022, per la sicurezza di tutti coloro che si cimentano sulle piste - esperti e meno esperti - le regole cambiano: dall'assicurazione obbligatoria al casco per i minorenni. A seguire, tutte le novità. 

Sci: da gennaio 2022 assicurazione obbligatoria

Se prima era solo facoltativa, dal 1° gennaio 2022, secondo il decreto legislativo n.40 del 28 febbraio 2021, per chi pratica lo sci alpino e utilizza piste e impianti, l'assicurazione diventa obbligatoria. Lo sciatore, per poter sciare nel pieno rispetto delle regole, dovrà obbligatoriamente aver sottoscritto una polizza assicurativa per la responsabilità civile per i danni provocati alle persone o alle cose. Già da diversi anni i gestori delle aree sciabili attrezzate offrono agli sciatori l'opportunità di sottoscrivere assieme allo skipass anche l'assicurazione facoltativa per gli infortuni contro terzi, al costo di circa 2-3 euro al giorno (50 euro la copertura stagionale). La multa per chi viola quest'obbligo va dai 100 ai 150 euro, con immediato ritiro dello skipass.

Casco obbligatorio per i minorenni

Negli ultimi tempi l'uso del casco sulle piste da sci è diventato un must, per giovani e meno giovani. A partire da gennaio 2022, però, l'uso del casco, sinora obbligatorio solo per gli under 14, diventerà un obbligo per tutti i minorenni che praticano sci alpino, snowboard, telemark, slitta o slittino. ll casco protettivo, naturalmente, dovrà essere conforme alle caratteristiche di sicurezza. Chi non rispetta la norma, oltre a mettere seriamente a rischio la propria vita, dovrà pagare una multa tra i 100 e i 150 euro.

Le regole per sciare: precedenza e sorpasso

Le piste da sci, sebbene siano suddivise per grado di difficoltà, sono frequentate da principianti ed esperti. E spesso dagli spericolati. E' necessario quindi, per evitare incidenti che spesso possono essere anche di grave entità, osservare diverse regole relative alla precedenza, specie agli incroci, e in fase di sorpasso. Per quanto riguarda la precedenza non cambia nulla: lo sciatore a monte deve mantenere una direzione che gli consenta di evitare collisioni, interferenze e pericoli con lo sciatore a valle. Cosa succede agli incroci? Prima di tutto bisogna ridurre la velocità per evitare ogni collisione con gli sciatori provenienti da altre direzioni, secondo poi in prossimità dell’incrocio lo sciatore deve prendere atto di chi sta giungendo da un’altra pista, anche se a monte dello sciatore.

Per quanto riguarda il sorpasso è bene ricordare che lo sciatore che intende sorpassarne un altro deve assicurarsi di disporre di uno spazio sufficiente allo scopo e di avere sufficiente visibilità. Il sorpasso può essere effettuato sia a monte che a valle, sulla destra e sulla sinistra, a una distanza tale da evitare intralci allo sciatore sorpassato.

Addio al bombardino

Inoltre, dal 1° gennaio, sulle piste da sci di tutta Italia, e quindi anche in Piemonte, sarà vietato sciare in stato di ebrezza, "in conseguenza di uso di bevande alcoliche e di sostanze tossicologiche". Niente più bombardino per scaldarsi dunque: i limiti saranno gli stessi previsti per mettersi alla guida se l'alcoltest dovesse risultare positivo. Le sanzioni previste sono compresa tra i 250 e i 1000 euro. Sulle piste saranno la polizia, i carabinieri e la guardia di finanza, nonché i corpi di polizia locali, a vigilare affinchè le regole vengano rispettate. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sci, cosa cambia sulle piste: dall'assicurazione obbligatoria al casco, tutte le regole dal 1° gennaio 2022

TorinoToday è in caricamento