menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
bar e ristoranti dovranno di nuovo chiudere

bar e ristoranti dovranno di nuovo chiudere

Nuova stretta per bar, ristoranti e negozi dal 24 dicembre al 6 gennaio, ma in due per volta dai parenti

Festivi e prefestivi in zona rossa, gli altri giorni zona arancione

In attesa della conferenza stampa annunciata stasera, venerdì 18 dicembre 2020, dal presidente del consiglio Giuseppe Conte, ecco i contenuti della tanto attesa stretta natalizia per evitare la diffusione del coronavirus.

Nei giorni festivi e prefestivi compresi tra il 24 dicembre 2020 e il 6 gennaio 2021 (quindi il 24, 25, 26, 27, 31 dicembre e 1,2,3,5 e 6 gennaio) sull'intero territorio nazionale si applicano le misure del decreto del 3 dicembre sulle zone rosse, mentre nei giorni 28, 29, 30 dicembre 2020 e 4 gennaio 2021 si applicano le misure sulle zone arancioni.

Durante i giorni festivi e prefestivi tra il 24 dicembre e il 6 gennaio lo spostamento verso le abitazioni private è consentito una sola volta al giorno, in un arco temporale compreso fra le ore 5 e le 22 verso una sola abitazione ubicata nella medesima regione e nei limiti di due persone, ulteriori rispetto a quelle ivi già conviventi, oltre ai minori di anni 14 sui quali tali persone esercitino la potestà genitoriale e alle persone disabili o non autosufficienti conviventi.

Resteranno quindi chiusi, per l'intero periodo, bar e ristoranti (ammesso il servizio di asporto e quello a domicilio) e buona parte dei negozi non alimentari. Non è previsto alcun anticipo del coprifuoco, rispetto a quello stabilito finora alle ore 22, nel decreto sulla stretta di Natale. Nella bozza, infatti, per le visite consentite a massimo due non conviventi per una volta al giorno si fa riferimento "a un arco temporale che va dalle 5 alle 22", ovvero ai limiti dell'attuale coprifuoco.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento