rotate-mobile
Venerdì, 26 Novembre 2021
Attualità

Covid in Piemonte: diminuiscono focolai e classi in quarantena, aumenta l’incidenza del contagio tra i più piccoli

Monitoraggio settimanale della Regione tra il 25 e il 31 ottobre

Prosegue il monitoraggio condotto dalla Regione Piemonte sulla situazione del contagio nelle scuole del territorio. Nella settimana dal 25 al 31 ottobre si registra una diminuzione dei focolai (da 21 diventano 15) e delle quarantene (da 185 a 162) rispetto alla settimana precedente. Nessun focolaio nelle province di Biella, Novara e nel Vco. La mappa dei focolai suddivisi su base provinciale: 1 nell’Alessandrino (materna), 1 nell'Astigiano (media), 5 nel Cuneese (1 nido, 1 materna, 2 elementari, 1 scuola media), 1 Vercelli (materna), 5 Torino città (1 nido, 2 elementari, 1 media, 1 superiore), 2 Torino città metropolitana (1 materna, 1 elementare).  

Le classi in quarantena suddivise su base provinciale: 12 nell’Alessandrino (4 scuole dell’infanzia, 4 elementari, 3 medie, 1 superiore), 7 nell’Astigiano (3 elementari, 3 medie, 1 superiori), 4 nel Biellese (1 elementare, 1 media, 2 superiori), 29 nel Cuneese (1 nido, 2 materna, 11 primarie, 7 medie, 8 superiori), 2 Novara (1 media, 1 superiore), 43 Torino città (2 nido, 4 infanzia, 14 primaria, 10 medie, 13 superiori), 60 Torino città metropolitana (2 nido, 10 infanzia, 22 primaria, 20 medie, 6 superiori), 4 nel Vercellese (1 nido, 3 materne), 1 nel VCO (elementare).

Incidenza del contagio nelle fasce di età scolastiche

“In età scolastica, l’incidenza della malattia suddivisa per fasce di età mostra nella settimana dal 25 al 31 ottobre, rispetto a quella del 18-24 ottobre, un aumento più marcato nelle classi di età che non possono essere vaccinate”, spiegano dalla Regione. I nuovi casi settimanali ogni 100mila nella specifica fascia d’età passano da 16.7 a 34.5 tra 0-2 anni, da 33.4 a 50.1 fra i 3 e i 5 anni, da 52.8 a 65.6 tra i 6 e i 10 anni. 
“Meno marcato l’incremento nelle fasce di età sottoposte a immunizzazione, che come noto comincia a partire dai 12 anni”, rimarcano dalla Regione. L’incidenza nella fascia 11-13enni passa da 53.2 a 58.3, mentre i ragazzi tra i 14 e i 18 anni si mantengono pressoché stabili con un’incidenza che passa da 35 a 37 nuovi casi ogni 100 mila in questa fascia d’età. 

Incidenza del contagio nelle fasce di età adulta

Nella settimana dal 25 al 31 ottobre l'incidenza regionale (ovvero l’incremento settimanale di nuovi casi di Covid per 100.000 abitanti) è di 38.3, in lieve aumento (6,4%) rispetto ai 35.9 della settimana 18-24 ottobre, ma sempre sotto la soglia di allerta dei 50 casi e senza ripercuotersi sull’occupazione dei posti letti ospedalieri ordinari, che si mantiene bassa, al 3,5%, rispetto a una soglia critica fissata dal ministero della Salute al 15%. In particolare, l’incidenza è cresciuta, seppure moderatamente, nella fascia 25-44 anni, dove i casi sono saliti da 43.3 a 49.8, in quella 60-69 (da 28.9 a 31.8) e tra gli over 80 (da 28.7 a 29.5). Diminuiscono invece da 26.1 a 24.4 i casi nella fascia di età tra i 19-24 anni, da 38.6 a 36.3 nella classe tra i 45 e i 59 anni, da 27.9 a 24.5 tra i 70enni.

Vaccinati tra personale scolastico e studenti

Per quanto riguarda la vaccinazione, il 95% circa del personale scolastico (121.200 aderenti su 128mila persone in totale) del Piemonte ha dato la propria adesione e di questo quasi il 96% (116mila persone) ha già completato il ciclo vaccinale. Alta anche l'adesione degli studenti che, ad oggi, è di circa il 72%, su una popolazione complessiva di 316.000 nella fascia 12-19 anni. Tra coloro che hanno aderito (227mila) il 91% ha già completato il ciclo vaccinale (pari al 72%).
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid in Piemonte: diminuiscono focolai e classi in quarantena, aumenta l’incidenza del contagio tra i più piccoli

TorinoToday è in caricamento