menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, nuovo stop per la cultura: chiudono i musei di Torino

Dai Musei Reali alla Reggia di Venaria, in ottemperanza al decreto ministeriale per l'emergenza sanitaria

E dopo lo spiraglio di luce della scorsa settimana, durante la quale i musei, timidamente avevano tentato di tornare alla normalità, è necessario nuovamente uno stop. Il Piemonte, anche se non Torino in particolare, è zona rossa insieme a Lombardia, Emilia Romagna e Veneto e in una situazione come questa, seppur davanti all'enorme danno economico e di immagine per la città, la priorità resta sempre e comunque la salute.

Il Museo Egizio di Torino, in ottemperanza al decreto del Governo sull'emergenza sanitaria da Coronavirus, ha annunciato la chiusura, porgendo le scuse per il disagio e confidando "che i visitatori riprenderanno a frequentare le sale numerosi ed entusiasti come sempre" e chiarendo che si provvederà a "comunicare la riapertura sul sito web e i canali social". 

Seguono a ruota il decreto anche i Musei Reali che specificano che resteranno chiusi fino a venerdì 3 aprile. Ad essere interessati alla chiusura anche la Biblioteca Reale, le mostre in corso, le visite guidate e qualunque tipo di attività in programma. Stessa storia per i musei della Fondazione: Palazzo Madama, Gam e Museo d'Arte Orientale che annunciano sul sito dedicato che "non saranno aperti al pubblico fino a nuove disposizioni". 

Si fermano anche il Museo dell'Automobile, quello del Risorgimento e il Museo del Cinema, con ascensore panoramico annesso, così come la Pinacoteca Albertina e Camera che sui siti annunciano la "chiusura straordinaria". Stop prolungato anche per la Reggia di Venaria che era già rimasta chiusa per i consueti lavori annuali di rinnovamento e riallestimento degli spazi. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento