Attualità

Coronavirus, verso la “Fase 2”. Cirio sui contagi: “Settimana cruciale per il Piemonte”

L’assessore alla Sanità, Luigi Icardi: "I contagi sono in diminuzione”

Nel corso di una videoconferenza che si è tenuta nella mattinata di sabato 25 aprile, il presidente della Regione Alberto Cirio ha detto che “guardiamo con speranza alla data del 4 maggio, che dovrà essere confermata perché le regole e i tempi li dettano l'emergenza sanitaria. Ecco perché questa settimana sarà cruciale per il Piemonte. Il valore assoluto dei nuovi contagi ogni giorno è ancora importante, ma registriamo un calo di chi inizia ad ammalarsi e una costante riduzione dei ricoverati in terapia intensiva. Questo significa che il percorso che stiamo compiendo è corretto”.

“I contagi sono in diminuzione”. Ad affermarlo è stato l’assessore alla Sanità, Luigi Icardi, che nel corso della videoconferenza ha mostrato l’andamento dei contagi: “Se togliamo le Rsa, dove i positivi sono il 60%, la curva è in forte discesa, come sta diminuendo anche l’andamento dei decessi per data e il rapporto tamponi-positivi, in quanto ne facciamo di più ma la percentuale dei positivi scende. Si tratta di linee simili a quelle registrate in Emilia Romagna”.

Previsione del “contagio zero”

Al di là della possibilità o meno che l'arrivo del caldo possa rallentare il Covid, nei giorni scorsi, in una tabella, l’Osservatorio nazionale sulla salute nelle regioni italiane ha dettagliato, Regione per Regione, la data minima di assenza di nuovi casi di contagio. Secondo le proiezioni dell’Osservatorio nazionale sulla salute nelle regioni italiane, a uscire per prime dal contagio da Covid-19 sarebbero la Basilicata e l’Umbria. Le ultime sarebbero invece le regioni del Centro-Nord nelle quali il contagio è iniziato prima ad eccezione delle Marche (27 giugno). Le previsioni sono: Piemonte e Veneto 21 maggio, Emilia Romagna e Toscana 29 e 30 maggio, Lombardia 28 giugno

Consegna delle mascherine a tutti i piemontesi

L’assessore alla Protezione civile, Marco Gabusi, ha precisato durante la videoconferenza le tempistiche di consegna dei 5 milioni di mascherine commissionate dalla Regione: “Entro il 4 maggio ne distribuiremo 2 milioni di mascherine, gli altri 3 milioni entro l’11 maggio. La scelta di darle ai Comuni deriva da un fitto confronto con gli stessi enti e ci consentirà di farlo in modo rapido. Ad oggi posso dire che siamo l’unica Regione che distribuirà mascherine riutilizzabili a tutti i suoi cittadini”.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, verso la “Fase 2”. Cirio sui contagi: “Settimana cruciale per il Piemonte”

TorinoToday è in caricamento