menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
immagine di repertorio

immagine di repertorio

Coronavirus in Piemonte, il bollettino di sabato 25 luglio 2020

Due decessi registrati dalle autopsie

Dopo alcuni giorni senza alcuna vittima, oggi, sabato 25 luglio 2020, l'unità di crisi della Regione Piemonte per il coronavirus è tornata a registrare due morti provocati dall'epidemia. Entrambi i casi non sono riferibili alla giornata odierna, ma sono stati riscontrati in seguito alle autopsie su pazienti morti nei giorni precedenti.

I decessi così salgono a 4.125 così suddivisi per provincia: 678 Alessandria, 256 Asti, 208 Biella, 398 Cuneo, 372 Novara, 1.819 Torino, 222 Vercelli, 132 Verbano-Cusio-Ossola, oltre a 40 residenti fuori regione ma deceduti in Piemonte.

Sono 31.594 (+ 16 rispetto a ieri, di cui 11 asintomatici. Dei 16 casi, 3 screening, 12 contatti di caso e 1 con indagine in corso. Risulta importato 1 dei 16 casi) le persone finora risultate positive al virus in Piemonte, così suddivise su base provinciale: 4.094 Alessandria, 1.883 Asti, 1.054 Biella, 2.915 Cuneo, 2.808 Novara, 15.966 Torino, 1.351 Vercelli, 1.151 Verbano-Cusio-Ossola, oltre a 268 residenti fuori regione, ma in carico alle strutture sanitarie piemontesi. I restanti 104 casi sono in fase di elaborazione e attribuzione territoriale.

I ricoverati in terapia intensiva sono cinque (invariato rispetto a ieri). I ricoverati non in terapia intensiva sono 141 (-6 rispetto a ieri). Le persone in isolamento domiciliare sono 646. I tamponi diagnostici finora processati sono 483.764, di cui 265.495 risultati negativi.

I pazienti virologicamente guariti, cioè risultati negativi ai due test di verifica al termine della malattia, sono 26.007 (+ 14 rispetto a ieri), così suddivisi su base provinciale: 3.193 (+4) Alessandria, 1.574 (+0) Asti, 841 (+1) Biella, 2.435 (+3) Cuneo, 2.343 (+0) Novara, 13.403 (+5) Torino, 1.093 (+0) Vercelli, 959 (+1) Verbano-Cusio-Ossola, oltre a 166 (+0) provenienti da altre regioni. Altri 670 sono in via di guarigione, ossia negativi al primo tampone di verifica, dopo la malattia e in attesa dell’esito del secondo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento