menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Referendum, il Comune di Torino cerca scrutatori "last minute": in 800 hanno già rinunciato

Il covid e il basso compenso potrebbero aver "frenato" le candidature

Referendum in vista ma per il Comune di Torino scarseggiano gli scrutatori. In 800 avrebbero già infatti rinunciato all'incarico e la situazione potrebbe peggiorare entro il fine settimana. Proprio per questo è di ieri un appello "last minute" della Città che ricerca urgentemente persone disponibili a ricoprire il ruolo domenica e lunedì, garantendo la presenza anche sabato pomeriggio. Un compito quello dello scrutatore che anni fa andava a ruba, solo per il fatto di essere occasionale e ben pagato, ma che oggi, forse per la paura del covid, forse per il compenso non più adeguato ai tempi che corrono, non fa più gola a molti. La remunerazione spettante è di 104 euro.

Modalità 

Chi è intenzionato, ed è iscritto alle liste elettorali, potrà presentarsi presso l'ufficio elettorale di corso Valdocco 20 a Torino munito di documento di riconoscimento, oggi, giovedì 17 settembre dalle 8.15 alle 16. Chi non è ancora iscritto all'albo degli scrutatori potrà farlo al momento della compilazione della domanda.

L'impegno richiesto è: sabato 19 settembre, indicativamente dalle ore 16.00 alle ore 18.00; domenica 20 settembre, dalle ore 7.00 alle ore 23.00
lunedì 21 settembre, dalle ore 7 alle ore 15.00 a seguire le operazioni di scrutinio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento