rotate-mobile
Domenica, 4 Giugno 2023
Attualità

Guerra in Ucraina, il Collegio Einaudi mette a disposizione dieci posti per gli studenti in fuga dalla guerra

Un'opportunità concreta per loro di continuare studi e ricerca universitari in un luogo sicuro

Torino si mobilita per l'Ucraina, anche per gli studenti. La Fondazione Collegio Einaudi si unisce agli altri attori del sistema universitario torinese nella condivisione dell’appello del Segretario generale delle Nazioni Unite del 23 febbraio 2022 sul rispetto dei principi della Carta delle Nazioni Unite e sulla necessità di stabilire il cessate il fuoco e di intraprendere la via del dialogo e del negoziato. Il Collegio Einaudi si impegna ufficialmente ad offrire la massima collaborazione agli Atenei torinesi a supporto delle azioni umanitarie che verranno intraprese per accogliere profughi ucraini della comunità accademica.

Nello specifico il Collegio mette a disposizione 10 posti nei suoi Collegi con la speranza e l’augurio che questo gesto possa contribuire ad alleviare le sofferenze causate dalla tragedia in corso, in uno sforzo congiunto della comunità universitaria torinese, per dare sollievo ai colleghi e studenti delle università ucraine.

“Crediamo sia nostro dovere tradurre la nostra vicinanza e solidarietà all’Ucraina attraverso un gesto concreto - sottolinea il Prof. Paolo Enrico Camurati, Presidente del Collegio Einaudi -, per questo il Collegio sosterrà e accoglierà 10 studenti e studentesse e personale accademico, che si trovino in situazioni di pericolo, per offrire loro l'opportunità di continuare studi e ricerca universitari in un luogo sicuro”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guerra in Ucraina, il Collegio Einaudi mette a disposizione dieci posti per gli studenti in fuga dalla guerra

TorinoToday è in caricamento