Pista ciclabile, la segnalazione dei cittadini: "Le frecce del senso di marcia sono invertite"

E sotto il post si scatena l'ironia

La "svista" sulla segnaletica: le frecce sono al contrario

Una pista ciclabile "molto British". È stato definito ironicamente  così dagli utenti, su Facebook, il tracciato riservato alle biciclette di corso Monte Grappa. Nel rifacimento della segnaletica orizzontale, all' altezza di via Asinari di Bernezzo, sono infatti state invertite le frecce che dovrebbero servire a indicare il giusto senso di marcia da rispettare, con l'effettiva trasformazione in una pista tutta "inglese". Una svista che rischia di creare qualche perplessità e qualche incertezza negli spostamenti per i ciclisti. Sul gruppo Facebook Parella Sud Ovest Comitato Spontaneo Cittadini, nel post con foto che sollecita la Circoscrizione a interessarsi "dell'errore" si è scatenata l'ironia, non senza battute di spirito sull'amministrazione grillina e la sua creatività a proposito della viabilità ciclabile in città.

Una delle ultime novità relative alle ciclabili che aveva fatto discutere i cittadini, sollevando anche qualche polemica, era stata quella sul tracciato in piazza Statuto, caratterizzato dal fantasioso, e per la verità anche un po' pericoloso, scambio ciclo-pedonale. Sistemato però in tempi record dall'amministrazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le critiche

Ma la "simpatia" della giunta Appendino per la mobilità ciclabile è spesso criticata anche a livello politico. "L'emergenza sicurezza stradale per Torino  - attacca Enrico Forzese, dirigente regionale di Fratelli d'Italia -. è rappresentata proprio dalla moltiplicazione indisturbata delle ciclabili volute dal sindaco e dall'sssessore Lapietra, che stanno creando numerosi problemi legati alla viabilità. Se, anziché concentrarsi nella distruzione sistematica dei nostri controviali, il Comune avesse investito di più nella manutenzione e nel decoro delle nostre strade molti problemi, oggi, non esisterebbero." E ricorda la raccolta firme lanciata mesi fa: "Abbiamo da tempo lanciato una petizione contro i nuovi controviali a 20 km/h e stiamo monitorando le troppe piste ciclabili selvaggiamente spuntate in città. La risposta dei torinesi contro il sindaco è forte: da questo sabato torneremo nei principali mercati cittadini per lanciare la sfida a Chiara, Lapietra e il connubio PD/5 Stelle. Diciamo basta alla proliferazione indisturbata di ciclabili nella nostra Città." 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autoparco comunale, Palazzo Civico vende 127 veicoli mediante asta pubblica: l’elenco 

  • Terribile tragedia nella notte: uccide il figlio di 11 anni a colpi di pistola e poi si spara

  • Apre il nuovo centro commerciale: previsti un centinaio di posti di lavoro

  • Prodotti tipici, feste di via e festival: cosa fare a Torino sabato 26 e domenica 27 settembre

  • Elezioni comunali 2020 a Moncalieri: Montagna trionfa al primo turno

  • Suv impazzito travolge cinque pedoni davanti a un déhors: morta una donna

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento