Scuola d'infanzia di via Rubino, l'assessora: "Ha solo due sezioni: va chiusa"

Ma si è detta disposta al dialogo con le famiglie

La scuola d'infanzia Centro Europa C di via Rubino 82, in zona Mirafiori Nord, prossimamente chiuderà i battenti lasciando a casa i suoi 50 piccoli allievi. Un'operazione che fa parte del piano di ridimensionamento che dal prossimo anno, il Comune di Torino metterà in atto e che poco piace alle famiglie. I bambini verrebbero infatti trasferiti nella scuola di via Collino 12 - poco lontano - in un edificio che però, contrariamente a quello di via Rubino, non è recente, risale agli anni 70 e presenta ancora diverse barriere architettoniche, creando problemi agli allievi disabili.

Proprio per questo motivo è già stata fatta una raccolta firme che ha radunato 1100 adesioni. Sulla questione è intervenuto il consigliere di Forza Italia Osvaldo Napoli che, in Comune, ha interpellato la neo assessora all'Istruzione, Antonietta Di Martino.  
Negli ultimi anni in città si è verificato un significativo calo di popolazione fra i bambini dai 3 ai 5 anni, per questo sono stati razionalizzati anche i posti nelle scuole comunali che tuttavia, in alcune circoscrizioni - nella 2 e nella 3 soprattutto - ci sono e restano vuoti. Secono un'indagine, lo scorso novembre, nel sistema cittadino erano 992 i posti vacanti nelle scuole d'infanzia. Per questo motivo urge un ridimensionamento con conseguenti accorpamenti e ridistribuzioni. 

"Come stabilisce anche il decreto ministeriale - ha spiegato Di Martino che si è detta comunque disposta al dialogo con le famiglie -, si è proceduto a valutare di chiudere le scuole con solo due sezioni, proprio come quella di via Rubino. I bambini tuttavia sarebbero spostati nell'edificio di via Collino, che si trova a soli 200 metri di distanza e le insegnanti in servizio in via Rubino, sarebbero riconfermate nel loro incarico". Sulla destinazione futura del Centro Europa, nulla ancora è dato sapere. 

"Decine di genitori sono venuti da me a lamentarsi - ha detto il consigliere Napoli - poichè vorrebbero che la struttura fosse mantenuta così com'è. Io mi auguro che l'assessora all'Istruzione incontri i genitori per sedare il malcontento. E per spiegare una situazione che comunque alle famiglie non è chiara". 
 

Potrebbe interessarti

  • Pancia gonfia, cause e rimedi per combatterla

  • Ragnetti rossi, come eliminarli in modo naturale

  • Peperoncino: tutti i rimedi al bruciore

  • I pericoli in mare e in piscina: l’acqua alta e la congestione

I più letti della settimana

  • Tragedia nel condominio: donna si suicida gettandosi dal settimo piano

  • Rimane appesa alla ringhiera del balcone poi cade nel vuoto: ragazza in gravi condizioni

  • Scontro violento fra auto e moto: due centauri morti sul posto

  • Il re della pasticceria a Torino, Iginio Massari apre la sua "boutique"

  • Ronaldo apre le porte della sua villa e svela i suoi progetti: intervista tv con vista sulla Mole

  • Furgone-ariete sfonda la saracinesca del centro commerciale, poi i ladri fanno bottino pieno

Torna su
TorinoToday è in caricamento