Scuola d'infanzia di via Rubino, l'assessora: "Ha solo due sezioni: va chiusa"

Ma si è detta disposta al dialogo con le famiglie

La scuola d'infanzia Centro Europa C di via Rubino 82, in zona Mirafiori Nord, prossimamente chiuderà i battenti lasciando a casa i suoi 50 piccoli allievi. Un'operazione che fa parte del piano di ridimensionamento che dal prossimo anno, il Comune di Torino metterà in atto e che poco piace alle famiglie. I bambini verrebbero infatti trasferiti nella scuola di via Collino 12 - poco lontano - in un edificio che però, contrariamente a quello di via Rubino, non è recente, risale agli anni 70 e presenta ancora diverse barriere architettoniche, creando problemi agli allievi disabili.

Proprio per questo motivo è già stata fatta una raccolta firme che ha radunato 1100 adesioni. Sulla questione è intervenuto il consigliere di Forza Italia Osvaldo Napoli che, in Comune, ha interpellato la neo assessora all'Istruzione, Antonietta Di Martino.  
Negli ultimi anni in città si è verificato un significativo calo di popolazione fra i bambini dai 3 ai 5 anni, per questo sono stati razionalizzati anche i posti nelle scuole comunali che tuttavia, in alcune circoscrizioni - nella 2 e nella 3 soprattutto - ci sono e restano vuoti. Secono un'indagine, lo scorso novembre, nel sistema cittadino erano 992 i posti vacanti nelle scuole d'infanzia. Per questo motivo urge un ridimensionamento con conseguenti accorpamenti e ridistribuzioni. 

"Come stabilisce anche il decreto ministeriale - ha spiegato Di Martino che si è detta comunque disposta al dialogo con le famiglie -, si è proceduto a valutare di chiudere le scuole con solo due sezioni, proprio come quella di via Rubino. I bambini tuttavia sarebbero spostati nell'edificio di via Collino, che si trova a soli 200 metri di distanza e le insegnanti in servizio in via Rubino, sarebbero riconfermate nel loro incarico". Sulla destinazione futura del Centro Europa, nulla ancora è dato sapere. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Decine di genitori sono venuti da me a lamentarsi - ha detto il consigliere Napoli - poichè vorrebbero che la struttura fosse mantenuta così com'è. Io mi auguro che l'assessora all'Istruzione incontri i genitori per sedare il malcontento. E per spiegare una situazione che comunque alle famiglie non è chiara". 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vince il concorso di bellezza pochi mesi dopo che i genitori chiudono l'azienda a causa del lockdown

  • Si sentono male in strada al mare: il figlio muore, il padre è gravissimo. Ipotesi overdose

  • Il film porno è girato nel parco cittadino: nuova performance del noto avvocato e di due pornostar torinesi

  • Lascia l'alpeggio e si sente male: in ospedale scoprono la positività al coronavirus

  • Maxi-incidente in tangenziale: quattro veicoli coinvolti, uno ribaltato e due in fiamme

  • Tragico scontro con un camion, morto un automobilista

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento