Domenica, 25 Luglio 2021
Attualità Via I° Maggio, 18

"Troppa confusione nei decreti del governo": Il Bisogno di Rivoli tiene chiuso nel fine settimana

"Troppe prenotazioni disdette"

Il cartello affisso fuori dalla Gnoccheria Il Bisogno di Rivoli

Nel fine settimana tra il 16 e il 18 ottobre 2020 la gnoccheria pizzeria Il Bisogno di via I Maggio a Rivoli, storico locale aperto in città (in diverse sedi) da 38 anni e conosciuto sopratutto perché serve le bevande in vasini da notte, ha deciso di tenere chiuso dopo il decreto ministeriale varato la scorsa settimana. “La confusione che regna nelle menti contorte dei nostri governatori ha prodotto una notevole riduzione dei posti a sedere - si legge in un cartello affisso all’esterno del locale - e un continuo disdire delle prenotazioni. Lavorare in condizioni precarie non fa per noi. I nostri 15 dipendenti hanno bisogno di certezze per dare un futuro ai propri figli. Per questo Il Bisogno dice basta. Chiudiamo per un po’ di tempo. Anche noi dobbiamo schiarirci le idee. Ci scusiamo per il disagio“.

Già venerdì sera, su Facebook, è arrivata una precisazione conseguente le molte richieste di tornare sui propri passi formulate dai clienti al titolare, Pino Palese. "Gentili clienti - scrive lo staff -, volevamo informarvi che la nostra non è una chiusura definitiva, ma solo temporanea! Ci stiamo prendendo qualche giorno per organizzarci al meglio per far fronte alle continue nuove disposizioni ministeriali. Con l’augurio di vederci al più presto, vi auguriamo una buona serata".

Lo scorso 6 giugno Il Bisogno aveva pubblicato un post molto critico nei confronti delle disposizioni governative in materia di locali pubblici: "Dopo circa 90 giorni Il Bisogno Gnoccheria riapre. Posti ridotti. Personale ridotto. Incassi ridotti. Spese raddoppiate. Dopo 38 anni la voglia di mollare è tanta. Troppa burocrazia. Troppi ostacoli da superare. Troppi problemi. Nessun aiuto. Ci stiamo mettendo tanto impegno per superare questi momenti ma nuotare in un mare di guai è impresa difficile e faticosa. Piuttosto che annegare però prenderemo in esame la possibilità di smettere tutto. Semplicemente e con umiltà. La storia insegna che gli eroi non vanno da nessuna parte. Perché la dignità e il rispetto non hanno prezzo!". Anche allora erano state numerose le manifestazioni di solidarietà verso lo storico locale.

gnoccheria-il-bisogno-via-i-maggio-rivoli-201016-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Troppa confusione nei decreti del governo": Il Bisogno di Rivoli tiene chiuso nel fine settimana

TorinoToday è in caricamento