rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Attualità Centro / Via Giuseppe Verdi

Università e Fondazione Compagnia di San Paolo si prendono la Cavallerizza: offerti 11 milioni di euro

Diventerà un Polo Culturale

È andata all'Università di Torino e alla Fondazione Compagnia di San Paolo l'aggiudicazione del Lotto 5 della Cavallerizza Reale. Si tratta dell'unica offerta che è stata presentata per l'assegnazione del lotto in riferimento al bando comunale. Ai due enti andranno la Corte delle Guardie, Ala del Mosca, Nucleo delle Pagliere, comprensive dei relativi spazi esterni adibiti a cortile di Piazzetta Vasco e Passaggio Chiablese. L'offerta presentata è stata di 11.305.029 euro. 

L'accordo tra Università degli Studi di Torino e Fondazione Compagnia di San Paolo prevede la realizzazione di un Polo Culturale all’interno del compendio della Cavallerizza Reale. Lo stabile verrà riqualificato tenendo conto del suo patrimonio storico artistico che è tutelato dall’Unesco dal 1997. 

"L’obiettivo condiviso da Università e Compagnia di San Paolo è quello di recuperare l’ispirazione e la trama di connessioni settecentesche in un progetto unitario in grado di offrire ai cittadini nuove corti, nuovi percorsi pedonali per attraversare il centro storico e un nuovo accesso ai Giardini Reali", fanno sapere i due enti. 

"Una maggiore presenza di UniTo alla Cavallerizza sarà positiva per Torino anche perché esprime la nascita di un vero e proprio distretto culturale nel cuore della città. Di ciò vorrei sottolineare anche il significato sociale ed urbanistico data la centralità che dovranno rivestire le politiche culturali per la costruzione di un nuovo modello di sviluppo del territorio.  Investiamo in questa grande impresa con coraggio e visione, come stiamo facendo anche in altre aree della Città Metropolitana. Consapevoli di attivare direttamente leve prioritarie per il cambiamento di rotta che da tempo stiamo immaginando. Il nostro è un investimento che apre una fase nuova e inedita nella progettualità culturale dell’Università di Torino. Le traiettorie sono chiare, la concretezza è la cifra che contraddistingue il nostro lavoro", ha spiegato Stefano Geuna Rettore.

"Si tratta di una sfida di elevata complessità, resa possibile dal lavoro congiunto con l'Università degli Studi, il Polo delle Arti e Cassa Depositi e Prestiti: una squadra composta da Istituzioni autorevoli pubbliche e private che condividono un'idea progettuale che mette al centro la cultura e la valorizzazione del paesaggio. Ci sono ora tutte le condizioni per ridisegnare una parte di città e per attrarre ulteriori risorse per il restauro della Rotonda castellamontiana e del Maneggio alfieriano, così da creare un collegamento tra via Verdi e i Giardini Reali in uno spazio aperto alla cittadinanza e agli eventi artistici e culturali", ha dichiarato Francesco Profumo, Presidente della Fondazione Compagnia di San Paolo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Università e Fondazione Compagnia di San Paolo si prendono la Cavallerizza: offerti 11 milioni di euro

TorinoToday è in caricamento