Attualità Nizza Millefonti / Via Nizza, 294

Con il canotto davanti all’ingresso “Vip” del Salone del Libro: attivisti in azione dopo la contestazione alla ministra Roccella

Per riportare l’attenzione su crisi climatica ed ecologica

Il giorno dopo le proteste contro la presenza della ministra Roccella al Salone del Libro, oggi alcuni attivisti di Extinction Rebellion hanno scaricato due canotti davanti all’ingresso riservato a giornalisti e scrittori, con l’obiettivo di riportare l’attenzione sulle tragedie dei giorni scorsi causate dalle alluvioni in Emilia Romagna. "Crisi climatica ed ecologica" si legge sullo striscione che hanno aperto i manifestanti prima di sedersi a terra.

Con l'azione di oggi Extinction Rebellion vuole rivolgersi "agli invitati e partecipanti al Salone affinché usino la propria voce per denunciare le responsabilità del nostro governo di fronte alle tragedie che colpiscono il nostro territorio. I morti in Emilia Romagna ci implorano di toglierci le bende dagli occhi ed esigere un cambiamento dai nostri governi".  

"Nonostante le piogge di questi ultimi giorni, inoltre, le falde sono lontane dall’essere risanate, I raccolti stanno subendo grosse ricadute e, solo qualche settimana fa, in 40 comuni del territorio piemontese sono state attivate misure di razionamento dell’acqua per scopi non prioritari", dicono gli attivisti. "Il nostro territorio piemontese ha subito e subirà enormi danni a causa della siccità e della crisi climatica - aggiunge Gabriele, un altro degli attivisti presenti al Salone del Libro-. Il Piemonte è una delle regioni che di solito ha abbondanza di acqua durante tutto l’anno e si trova già ora ad avere comuni sotto stress idrico che al momento sono in stato di razionamento dell’acqua". 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Con il canotto davanti all’ingresso “Vip” del Salone del Libro: attivisti in azione dopo la contestazione alla ministra Roccella
TorinoToday è in caricamento