Torna l'ora solare, lancette indietro di 60 minuti: quando e perché si dormirà di più

E potrebbe essere l'ultima volta

Nella notte tra sabato 24 e domenica 25 ottobre, torna l'ora solare. Alle 3 si dovranno spostare le lancette indietro di un'ora, tornando così alle ore 2:00. Con l'arrivo dell'autunno dunque, il buio arriverà prima alla sera ma si avrà più luce la mattina, almeno nella prima fase. L'ora solare rimarrà in vigore fino a domenica 28 marzo 2021 quando si tornerà a spostare le lancette in avanti.

Vantaggi e svantaggi

Al mattino si potrà dormire un'ora in più ma sono noti i disturbi che possono essere causati dal cambio dell'ora. Diversi studi hanno dimostrato che alcuni soggetti possono svegliarsi sempre allo stesso momento mentre altri potranno lamentare disturbi come insonnia, sonno interrotto e difficoltà ad addormentarsi. L'insonnia causerà ripercussioni sulla concentrazione e sullo stresso. In ogni caso i fastidi saranno lievi e di breve durata: il consiglio è quello di adattarsi in fretta all'alternanza tra luce e buio, magari anticipando di poco l'orario dei pasti e quelli del sonno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'Italia si prepara all'abolizione

Nel 2021 poi dovrebbe arrivare una decisione definitiva sull'ipotesi, avanzata nel 2018, di abolire definitivamente il cambio dell’ora tramite una consultazione promossa dall’Unione Europea. Il 76% dei votanti rispose in modo favorevole ma non si giunse ad una decisione univoca che potesse accontentare tutti i paesi. Mentre la Francia ha deciso di abolire l'ora solare, l'Italia su questo tema non ha mai preso una posizione. Alla fine, si dovrebbe arrivare ad una decisione a blocchi in cui i paesi dell’Europa Meridionale potrebbero tenere l’ora legale per tutto l’anno mentre i paesi del Nord opterebbero per quella solare. Nel nostro paese i vantaggi dell’ora legale tutto l’anno sarebbero sicuramente garantiti. Innanzitutto ci sarebbe più risparmio di energia elettrica: se con l’ora solare il sole sorge alle 4,30 in estate e tramonta alle 20, con l’ora legale il periodo di luce andrebbe dalle 5,30 alle 21.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  •  Piemonte, coprifuoco dalle 23 alle 5: firmata l’ordinanza

  • Guerriglia in centro a Torino. Vetrine sfasciate, lanci di bottiglie e bombe carta. Gli agenti rispondono con cariche

  • Coronavirus in Piemonte: il bollettino di lunedì 26 ottobre 2020. Boom di ricoveri, ma indice contagio scende

  • Coronavirus in Piemonte: il bollettino di domenica 25 ottobre 2020. Tasso di contagio al 18%

  • Domani sera a Torino due manifestazioni contro le limitazioni sul coronavirus

  • Bar e ristoranti chiusi dalle 18 ma aperti nel weekend. "Rischio di stop definitivo"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento