Giovedì, 18 Luglio 2024
Attualità Rivoli / Via Pisa, 26

Rivoli, la burocrazia ferma l'imprenditore: "Non mi fanno riqualificare il centro sportivo. Ora ci pensino i giudici"

E ricorre in tribunale

Trovare imprenditori che vogliano investire nella gestione di strutture pubbliche è sempre più una rarità. E se quando li trovi si mette di mezzo la burocrazia, allora la strada diventa tutta in salita. A tal punto da portare l'imprenditore a ricorrere ai tribunali per ottenere giustizia.

Ed è quanto successo ad Andrea Tartaglini, imprenditore e rinomato istruttore di tennis di Rivoli, attuale gestore del centro sportivo "Sandro Pertini", in via Pisa 26. 

Un centro che mostra già i segni del tempo e che il Comune di Rivoli ha avuto difficoltà nel trovare qualcuno disposto a gestire l'area che è composta da un giardino comunale, un campo da basket e un campo da calcio a 5 gratuiti e un campo da tennis. 

"Quando l'ho presa io, unico ad aver preso parte al bando comunale, era messa ancora peggio. Io qualcosa ho già fatto. Purtroppo la burocrazia comunale sta facendo il resto. E dire che tutto ciò che ho in mente lo farei per il bene di questa struttura che, un domani, tornerebbe al Comune con ancora più pregio rispetto ad oggi".

Tartaglini, nel frattempo, è riuscito a farsi autorizzare lo spostamento del campo da basket e la realizzazione ex novo, e a spese dell'imprenditore, di un campo da paddle senza copertura. Come del resto tutta la struttura, visto che deve rispettare i vincoli imposti dalla vicinanza con il cimitero. 

"Io devo sempre sperare nel bel tempo. Altrimenti non guadagno dal paddle. Visto che dal tennis non posso più guadagnare a causa della burocrazia comunale", continua Tartaglini, che ora, tramite lo studio legale Grande Stevens, ha avviato la procedura d'urgenza contro il "no" del Comune alla realizzazione di un altro campo da paddle al posto dell'attuale campo da tennis, che versa in condizioni a dir poco pietose. 

"Il Comune non mi autorizza la nuova costruzione e, allo stesso tempo, dice di non avere i soldi per rifare il campo da tennis. Nonostante ogni mese, dal sottoscritto, riceva un affitto. Io ho proposto il rifacimento a mio carico a patto di un aumento temporale della concessione. Ma anche in questo caso ho trovato davanti a me un muro. Ripeto, io ci sto rimettendo a livello economico. E il Comune ci rimetterà in futuro: perché a febbraio 2027, quando scadrà la convenzione, questa struttura, con il solo campo da paddle nuovo, verrà rimessa a bando e Palazzo Civico guadagnerà dall'affitto, come sta facendo ora. Ma volete mettere con una struttura ancora più bella e innovativa? Il nostro problema non è l'amministrazione pubblica ma chi negli uffici, da tempo, sta dicendo no al mio progetto. Aspettiamo con fiducia. Ringraziamo l'assessore Filattiera che si è sempre sposato per la nostra causa. Purtroppo non tutti sono così", conclude Tartaglini.

"Comprendo la posizione di Tartaglini. Fosse per me avrei sposato l'idea dell'imprenditore. Ma ci sono aspetti burocratici e legali da rispettare. Spero si possa trovare una soluzione", spiega l'assessore allo Sport, Andrea Filattiera. 

L'udienza per il ricorso d'urgenza è stata fissata per la prossima settimana. 

Rivoli centro sportivo Pertini via Pisa ricorso Andrea Tartaglini 4-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rivoli, la burocrazia ferma l'imprenditore: "Non mi fanno riqualificare il centro sportivo. Ora ci pensino i giudici"
TorinoToday è in caricamento