Venerdì, 25 Giugno 2021
Attualità

Regione, il sistema informatico va in tilt: azzerati i voucher scuola

Ma il disguido sta per essere risolto

A poco meno di una settimana dall'inizio del nuovo anno scolastico, è arrivata una sgradita sorpresa per migliaia di famiglie piemontesi. In questi giorni i nuclei familiari beneficiari del voucher scuola della Regione 2019-2020, nel tentativo di acquistare libri scolastici, si sono resi conto, una volta alla cassa di librerie e cartolerie, che il buono era stato azzerato. I soldi che da circa due anni vengono caricati sulla tessera sanitaria erano spariti.

Momenti di panico fra i genitori che, prendendo d'assalto il centralino telefonico della Regione per chiedere spiegazioni, si sono anche scatenati sui social per lamentarsi e consultarsi. Un bel dramma per chi ha più di un figlio e su quelle cifre ci faceva conto. Ma l'intoppo è presto stato spiegato.

Sul sito internet della Regione Piemonte si legge : "Si avvisano i beneficiari del voucher scuola 2019-2020 che nella giornata del 2 settembre 2019, saranno caricati sulla tessera sanitaria i nuovi importi. Il disguido è temporaneo e sarà risolto nel più breve tempo possibile". Il sistema informatico necessitava di un aggiornamento che ha provocato l'azzeramento dei budget sulle tessere. Un messaggio sul telefono avviserà le famiglie, che hanno potuto tirare un sospiro di sollievo, della ricarica avvenuta.

La graduatoria degli aventi diritto al voucher scuola della Regione di Piemonte 2019-2020 sono ben 42.000 beneficiari. Con un investimento di oltre 17 milioni tra fondi regionali e statali di euro, sono state finanziate 39.037 domande per l’acquisto di libri di testo, materiale didattico, trasporti, dotazioni tecnologiche funzionali all’istruzione, e 2.928 richieste per il voucher iscrizione frequenza.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regione, il sistema informatico va in tilt: azzerati i voucher scuola

TorinoToday è in caricamento